Spacciava droga in centro, arrestato

arrestoI carabinieri di Misterbianco hanno arrestato Domenico Mannino, 30 anni, per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. I militari, nel corso di un servizio di controllo in centro, hanno notato l’uomo a bordo del suo scooter Honda intrattenersi con alcuni giovani, dagli operanti conosciuti come dediti all’uso di sostanze stupefacenti.

lasiciliaweb.it
07/10/2019

ErasmusDays 2019 alla Gabelli

ErasmusDaysGiovedì 10 ottobre l'IC A. Gabelli di Misterbianco aderisce agli #Erasmusdays 2019 con un evento aperto a docenti, alunni e genitori per celebrare le opportunità offerte dal Programma Erasmus+ e presentare i progetti KA1 e KA2 in corso in questo momento presso l'istituto.

Prof.ssa Licia Arcidiacono

Il coraggio degli onesti. E Misterbianco risorge

Comune di MisterbiancoLa città di Misterbianco e le cittadine e i cittadini onesti e di buona volontà (quasi la totalità) salutano con fiducia l’arrivo e il lavoro della Commissione Prefettizia, inviata dal governo della nostra Repubblica, nata dall’antifascismo, dalla lotta partigiana e dalla Resistenza.

Angelo Battiato

Ex ponte Graci, l'assessore Falcone in sopralluogo "rapida ricostruzione grazie a oltre due milioni dal governo Musumeci"

ass. FalconeSi è tenuto stamane il sopralluogo dell’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone nell’area dell’ex Ponte Graci, sulla Ss 121 Catania-Paternò, fra Misterbianco e Motta Sant’Anastasia.

Nota Stampa
Ass. Marco Falcone
(Palermo, 5/10/2019)

Ponte Graci a Misterbianco, domani l'assessore Falcone in sopralluogo

Ponte GraciDomani, sabato 5 ottobre, alle ore 9, l'assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone sarà in sopralluogo nell'area dell'ex Ponte Graci, a Misterbianco, lungo la Ss 121 Catania-Paternò. L'infrastruttura di collegamento con il Comune di Motta Sant'Anastasia a settembre era stata demolita d'urgenza dall'Anas a causa di un pesante danneggiamento dovuto a un incidente. L'assessore, incontrando tecnici e stampa, farà il punto sulla ricostruzione, finanziata dal Governo Musumeci. (Catania, 4-10-2019)

Nota Stampa
Ass. Marco Falcone
(Palermo, 4/10/2019)

La Regione dà il via libera alla chiusura di Tiritì. E nel progetto della discarica non c'è la bonifica

L'iter è durato anni. Da quando, cioè, si abbanca in contrada Valanghe d'inverno, accanto al precedente impianto. Nel 2014 da Palermo ipotizzavano l'inquinamento del sito. Cinque anni e diverse indagini dopo, gli uffici regionali hanno cambiato idea.

Luisa Santangelo
catania.meridionews.it
04/10/2019

Mafia, rifiuti, intercettazioni Misterbianco, carte e NOMI

Comune di MisterbiancoSoldi pubblici, consegnati a imprese vicine a Cosa Nostra, poi spartiti con un dirigente comunale e “assessori”. Non c'è solo la pista (LEGGI I VERBALI) che passa dal ruolo politico del vicesindaco Carmelo Santapaola (sostenitore del PD), accusato di associazione per delinquere aggravata dal favoreggiamento alla mafia, a pesare nella scelta di sciogliere il Comune di Misterbianco. Agli atti del ministero dell'Interno ci sono anche due piste, portate alla luce dalla Procura di Catania.

Antonio Condorelli
catania.livesicilia.it
04/10/2019

"Ritratti documentati di una città invisibile" ricostruisce l'antica Misterbianco e riunisce una comunità chiamata a rinascere

PresentazioneUna parentesi di bellezza nel “buio”. In uno dei suoi momenti più tristi, sopraggiunti nell’anno del 350° anniversario della devastante eruzione lavica, la comunità di Misterbianco diviene ancora teatro e protagonista di un’esperienza collettiva straordinaria, orgogliosamente presentata all’auditorium Nelson Mandela. La presentazione del libro “Ritratti documentati di una città invisibile” (145 pagine, Incontri Edizioni), nell’ambito del “Festival della Complessità 2019: Misterbianco rinata più volte”, e dell’ardito progetto da cui tutto nasce, con il sito web di riferimento, è stato l’ennesimo evento qualificante per una città ferita e chiamata ancora a “rinascere”. Con amore, “afflato identitario” e “resilienza”.

Roberto Fatuzzo

Misterbianco: come uscire dalle mafie

Il Silenzio è MafiaLo scioglimento del consiglio comunale di Misterbianco, per infiltrazioni mafiose, pone molte riflessioni e ragionamenti. La prima riflessione è che Di Guardo non lo ritengo assolutamente un mafioso. Restano responsabilità di ordine politico imperdonabili, quali: Volendo ragionare sulle passate elezioni amministrative, tutti hanno goduto del voto delle frazioni e tutti hanno formato maggioranze con quello. Senza guardare “all’odore che emanavano certe liste”.

Fichera Vito

Questo è il momento in cui bisogna spegnere i riflettori del palcoscenico

Giusy PercipalleHo amaramente constatato che Misterbianco, a torto o a ragione, è oggi al centro di una attenzione mediatica senza precedenti. Purtroppo, questa pagina di storia vergognosa è fortemente amplificata dai mezzi di divulgazione mediatici.

Giusi Letizia Percipalle

Misterbianco sciolto per mafia: "Di Guardo attacca stato come un bambino senza giocattolo"

Guardiamo Avanti"Dopo lo scioglimento per mafia del Comune, a Misterbianco deve scattare l'ora del buon senso. Siamo addolorati, confusi dagli eventi, ma ancora più scompiglio lo creano le bugie e gli scioperi farsa di coloro che hanno causato tutto questo e oggi gridano allo scandalo.

Marco Corsaro
Gruppo "Guardiamo Avanti"

Il "No" dei commissari alla protesta di Di Guardo. A Misterbianco sgomberato il sindaco in sciopero

Sciopero Di GuardoLa polizia municipale si è presentata dall'ex primo cittadino per due volte: la prima per sanzionarlo, di nuovo, per avere occupato gli stalli di sosta riservati ai ciclomotori. La seconda per notificargli il diniego del suolo pubblico ordinato dagli esperti prefettizi.

Antonio Condorelli
catania.livesicilia.it
01/10/2019

La furia del sindaco Di Guardo. E le vere accuse a Santapaola

Sciopero Di GuardoL'ex primo cittadino inizia lo sciopero della fame: “Cosa hanno trovato? Solo le minc...e di quattro pentiti”.
Nino Di Guardo, il sindaco del Comune sciolto per mafia, è furioso e ha iniziato lo sciopero della fame. Si è posizionato a pochi passi dal municipio, il palazzo che ha governato a lungo, fino a quando, pochi giorni fa, è arrivato il decreto del ministro dell'Interno.

Antonio Condorelli
catania.livesicilia.it
30/09/2019

Pagine

Abbonamento a Misterbianco.COM RSS