Società

Discarica abusiva a Misterbianco, sequestrata un'area di 6000 mq

arrestoIl proprietario di una discarica abusiva, ritenuto responsabile di esercizio abusivo di professione, violazione di sigilli e di reati ambientali e' stato denunciato da agenti del commissariato Nesima. Durante un servizio di controllo del territorio e' stata individuata nella zona di Misterbianco, un'area di circa 6 mila mq. apparentemente incolta, nella cui parte piu' interna era stata ricavata una zona recintata su cui veniva abusivamente praticata attivita' di autodemolizione e riparazione di autovetture.

nuovosud.it
23/06/2018

Sparatoria a Montepalma: l'identità della vittima e aggiornamenti sulle condizioni

Sparatoria MisterbiancoMISTERBIANCO – Emergono ancora nuovi dettagli sulla sconvolgente sparatoria avvenuta ieri a Montepalma, frazione di Misterbianco, durante la quale è rimasto ferito un uomo, fatto bersaglio di ben tre colpi di pistola.

newsicilia.it
19/06/2018

Eccellenze misterbianchesi: Giuseppe Torrisi e Roberta Palmeri, coppia vincente di scienziati, premiati in Spagna

Giuseppe Torrisi e Claudia PalmeriAltre due eccellenze misterbianchesi si fanno onore anche fuori dei confini nazionali, inorgogliendo la propria comunità. Due giovani “campioni” che costituiscono anche un vanto per l’Università di Catania che li ha formati. Lui, Giuseppe Torrisi, 31 anni, laureatosi con lode a Catania nel 2011 in ingegneria delle telecomunicazioni, vincitore nel 2012 di un assegno di ricerca ai Laboratori Nazionali del Sud di Catania, presso l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn) dove adesso ricopre la posizione di tecnologo a tempo determinato nel gruppo di ricerca e sviluppo delle sorgenti di ioni per acceleratori di particelle. foto

Roberto Fatuzzo
La Sicilia
18/06/2018

Mercatone Uno: chiudono anche Palermo e Misterbianco

Mercatone UnoSono più di un centinaio i posti di lavoro che stanno andando in fumo in Sicilia nell’ambito della cessione di ramo d’azienda dei punti vendita Mercatone Uno presenti nell’Isola. Se per i lavoratori di Carini non c’è niente da fare, poichè il punto non rientra negli interessi dell’acquirente, la situazione è sicuramente difficile per quelli di Palermo e Misterbianco (Catania), dove peraltro da pochi giorni gli amministratori hanno preferito chiudere i battenti piuttosto che continuare a rimanere aperti e accumulare perdite.

Matteo Scirè
ilsicilia.it
8/6/2018

Pagine

Abbonamento a Società