Dico la mia

Forza Italia Misterbianco: resto al sud opportunità da cogliere, noi in campo per informare la città ed il tessuto imprenditoriale

resto al SUDIl commissario comunale di forza Italia Misterbianco Maurizio Scuderi è lieto di comunicare il primo evento sul territorio dal tema " Resto al Sud" per informare su quali  siano le possibilità di finanziamento per coloro che vogliono intraprendere un'attività al Sud. Sarà un momento di confronto tra impresa, tecnici e politica ed attivare un dibattito che porti energie e proposte nuove in città.

Maurizio Scuderi

Ricordi d'un Carnevale d'altri tempi

CarnevaleChe sapore ha il lunedì senza la domenica? E la quaresima senza carnevale? C’è mancato, quest’anno, il carnevale. Più di qualunque altra festa. C’è mancata l’allegria, la gioia, la spensieratezza, la musica, la danza. Ci sono mancate le maschere, le sfilate, i gruppi in costume, i carri scenografici. C’è mancata la città nella gioia. Soprattutto perché viviamo ancora un tempo carico di paura, di silenzio, di vuoto, di solitudine, e di nostalgia per ciò che poteva essere e non è stato. Carnevale è un giorno della nostra infanzia, della nostra innocenza. Carnevale è identità e cultura, folclore e memoria, tradizione e festa.

Angelo Battiato

Marcello Russo nuovo coordinatore di Cambiamo Misterbianco

Marcello RussoSono onorato e felice di aver ricevuto questo incarico dal Responsabile del comitato promotore di “ CAMBIAMO” per la Regione Siciliana, Dott. Salvatore Giuffrida. Senza esitazione ho accettato la carica perché desidero e voglio fortemente contribuire alla rinascita di Misterbianco e spedire nell’oblio il triste, buio e vergognoso recente passato. Il secondo scioglimento del Comune per infiltrazione mafiosa è più di una pagina nera, sebbene qualcuno cerchi di sminuire tale ecatombe. CambiAMO Misterbianco sarà parte attiva nel processo di rinnovamento che Misterbianco merita.

Il coordinatore del Comune di Misterbianco
Marcello Russo

Medaglia d'Oro al Valor dell'Arma dei Carabinieri "alla memoria". Fra gli eroi della strage di Feudo Nobile il carabiniere Mario Spampinato misterbianchese

MedagliaQuest’anno ricorre il 75mo anniversario della strage di Feudo Nobile ( Gela ) 28 gennaio 1946 - 28 gennaio 2021, in cui trovarono la morte 8 carabinieri, sequestrati dalla banda del bandito Salvatore Rizzo, che, come Salvatore Giuliano, infestava in quegli anni la Sicilia.
Fra i carabinieri ostaggio dei banditi anche il carabiniere Mario Spampinato di Misterbianco. Essi vennero denudati e falcidiati a raffiche di mitra e a colpi di moschetto in sequenza, assistendo l’uno alla carneficina dell’altro.

Turi Saglimbene

Sul 27 gennaio e dintorni

No! Non è la morte la cosa più terribile, perché essa fa parte del ciclo della vita, ma la volontà di uccidere l'altro, gli altri.

Ci scorre il terrore vivo dentro gli occhi alle scene dell'olocausto, i morti folgorati nei fili spinati, i corpi nudi e denutriti dentro le camere a gas, nei forni crematoi, nelle fosse di fango ricolmi di “vite senza vita”.

Pasquale Musarra

Da noi a noi

DemocraziaHa detto bene l’amico Pasquale Musarra nel suo ultimo articolo “Sul noi”, pubblicato di recente su Misterbianco.com. E’ necessario “riprenderci la politica, la nostra casa per la città, la voglia quotidiana di essere i soli veri protagonisti della nostra vita privata e pubblica, le nostre opinioni, le nostre volontà e bisogni”.

Angelo Battiato

Sul noi

La farsa della politica ha avuto il suo epigono, nelle sue espressione del peggio, del meno peggio e dell’inqualificabile balordaggine!!!

Una stupidità diffusa e capillare, sia a livello locale che nazionale e transnazionale. La pandemia, crudele e imperdonabile, sta per lo meno sviscerando i lati più abietti dei personaggi dediti all’amministrazione della cosa pubblica.

Pasquale Musarra

Sulle pandemie

PandemiaLa pandemia causata dal covid sta creando giornalmente una grave condizione di stati latenti di angosce ed instabilità emotive e relazionali. È terribile avere il timore dell’altro che può metterti in una condizione di morbosità e premorte. In tutte le fasce di età con diverse connotazioni cognitive ed ideative si elaborano dinamiche ontologiche ed esistenziali che fanno emergere dimensioni oniriche ed esistenziali profondamente affliggenti. La quotidianità, aggravata da un martellante sistema informativo, è vissuta in termini di casualità, precarietà e vulnerabilità.

Pasquale Musarra
9/1/2021

Racconti di Natale. Una luce per le ore più buie

NativitàLa trincea saliva verso la montagna, e il colloquio dei cannoni non sembrava avere tregua, sebbene fossimo alla vigilia di natale. Il bombardamento era iniziato da poco e nell’aria gelida di dicembre, attorniata da silenzio e fumo, s’udiva solo il crepitio dei mortai e delle mitraglie.

Angelo Battiato

Pagine

Abbonamento a Dico la mia