Dico la mia

Nostra è la colpa

Microdiscarica MisterbiancoMa non vi dà pena vedere le strade della nostra bella Sicilia orlate di munnizza!? Vedere ogni sentiero di campagna, ogni viottolo, ogni trazzera, ogni viòlu, segnato da montagne di marciume, da alture di rifiuti, da caterve di spazzatura! Siamo diventati un’immensa discarica a cielo aperto! Interi filari di immondizia, come neri soldati in rassegna, attendono di “glorificare” la società dei consumi, la società dei rifiuti!

Angelo Battiato

Scuola: "La politica del fare non è quella delle polemiche e dei botta e risposta"

Scuola MisterbiancoIniziata la scuola e a Misterbianco la diatriba tra politici locali sembra essere incentrata su qualche ora di ritardo di apertura degli istituti scolastici.

Il Presidente del comitato cittadino
La voce di Misterbianco
Giusi Letizia Percipalle

Piazza Antico Misterbianco/via Duccio Galimberti ridotta in campo rom

Piazza Antico MisterbiancoLa comunità nomade, come nei giorni del carnevale, anche in occasione della festa della Madonna degli Ammalati si è collocata in pieno centro del paese senza rispetto alcuno per gli abitanti delle zone limitrofe, tra schiamazzi e inciviltà palesemente visibile.

Il Presidente del Comitato cittadino
La voce di Misterbianco
Giusi Letizia Percipalle

Cos’è il Piano della Madonna degli Ammalati?

Piano Madonna degli AmmalatiRitorneremo a settembre, come ogni anno, al Piano da’ Madonna ‘i Malati. Ancora una volta, come sempre, come quando ci venivamo da bambini, attaccati alle sottane delle nostre mamme, delle nostre zie, quasi senza capire cosa si stesse celebrando, e cos’era quella gran baldoria in giro, quell’odore di calìa, di fave abbrustolite, e poi quegli spari, forti, assordanti, quello scampanio e quel canto, dentro ‘u Chianu; ricordo che per tant’anni mi colpiva il viso d’un giovane misterbianchese, barbuto, possente, che a squarciagola intonava, a braccetto con altri ragazzi, ‘a Cantata in onore a Maria.

Angelo Battiato

Una obbligata postilla alle inquietudini pubblicate dall'amico Musarra

InquietudineAvevo apprezzato lo zelo degli strumenti intellettuali col quale Musarra, indagando su socialità, politica e stile di vita, fece sorgere un Gruppo con un progetto che oggi in Consiglio Comunale ha due portavoce, ma ultimamente alcuni suoi post pubblicati su questo Social hanno manifestato inquietudini che sono fonte di interrogazioni del lettore.

Enzo Arena
www.webalice.it/arenavincenzo

Sui migranti

Sui migranti

Ne provo un profondo senso di disprezzo e disgusto a poggiare le mie scarpe, insozzate di terra, dove hanno fatto presenza individui di un sudiciume etico e politico incommensurabile: Maria Elena Boschi, Giancarlo Miccicchè, Laura Boldrini, pretastri vari et altri dello stesso rango e categoria sociale e politica.

Pasquale Musarra

Antonio Caponetto e i suoi 'Volti dell’anima' alla Galleria Civica d’Arte a Misterbianco

Antonio CaponettoSembrano "normali" certi insegnanti, durante l'anno scolastico li vedi in cattedra a far lezione e a metter voti, poi li osservi a chiacchierare in sala docenti di circolari e di registri, poi li senti parlare di macroeconomia e di spread, e di certo non ti accorgi che sono anche degli artisti, che "coltivano" il "sacro fuoco dell'arte", che hanno dentro tanta sensibilità da far diventare un vecchio legno abbandonato in un'opera d'arte, che usano i pennelli meglio delle penne e degli abbecedari.

Angelo Battiato
aetnanet.org
20/08/2018

Sul pentimento

Non ci deve essere spazio per i pentimenti, per le dichiarazioni di comodo, le lacrimucce da coccodrillo, i buonismi di circostanza, gli abbracci dopo le teatralità dei politicanti di turno.

Necessita chiarezza e coraggio, il nemico ha gli occhi da nemico, chi produce malessere sociale è un nemico e per costoro nessuna sanatoria, nessun patteggiamento, nessuna indulgenza.

Pasquale Musarra

Disse NO allo sbarco a Trapani, ma in mare gli illegali sono il Ministro Salvini ed il governo Lega-5Stelle

DiciottiLa ragione non torna ai populisti quando mirano a parole ad assecondare aspettative qualunque esse siano, allo scopo ingannevole di fare incetta di consensi su una popolazione disinformata e frammentata da poter comunque manipolare come pollaio degli utili. Certo è più facile fare populismo quando non si sa governare: si raccolgono i malumori del popolo, si gonfiano all’estremo e si interpretano secondo la propria convenienza.

Enzo Arena
www.webalice.it/arenavincenzo

Pagine

Abbonamento a Dico la mia