Eventi

Sugli scavi di Campanarazzu, arriva l'appello: "Sacrosanto ricordare i meriti di Lino Leanza"

CampanarazzuSe il tempo è galantuomo, prima o poi deve far chiarezza e restituire la verità, da accettarsi con obiettività e onestà intellettuale. In margine alle celebrazioni per il 350° anniversario della distruttiva eruzione del 1669 e della coraggiosa ricostruzione dell’antico Comune di Misterbianco, l’esaltazione della “memoria” e della “identità” di un popolo ha fatto anche registrare qualche deciso intervento (non solo sui “social”, tra persone di primo piano) sulla ricostruzione “storica” delle determinanti campagne di scavi nell’antico sito di Campanarazzu, che hanno riportato alla luce la stupefacente Chiesa Madre originaria dissepolta dalla lava ed oggi meta crescente di visite guidate e oggetto di ulteriori impegni e lavori di giusta valorizzazione.

Roberto Fatuzzo

Il Senato e il Ministero premiano i "disegni di legge" delle elementari della "Gabelli"

Premiazione Gabelli«Insieme, per conoscere le istituzioni e per diventare cittadini attivi e responsabili». Questo lo slogan degli alunni delle quinte classi elementari dell’Istituto “Aristide Gabelli” diretto dalla dirigente Adriana Battaglia, nella bellissima cerimonia che nel cortile gremito e festeggiante ha premiato le “menzioni speciali” ottenute dalla scuola d’eccellenza misterbianchese con tutti i tre progetti partecipanti al bando di concorso nazionale “Vorrei una legge per…”, emanato dal Senato a dicembre 2018, inteso a far cogliere l’importanza delle leggi e del confronto democratico, avvicinando anche i più piccoli alle Istituzioni e promuovendone il senso civico.

Roberto Fatuzzo
La Sicilia
13/04/2019

Dalle "Racchette di classe" al "Volano amico": progetti vincenti nel felice binomio tra Scuola e Sport

Mario CatiSport e scuola, un binomio vincente. Per il terzo anno consecutivo, i ragazzi di Misterbianco vincono la fase finale provinciale del Progetto “Racchette di Classe”, giunto alla sua quarta edizione e promosso dalle Federazioni nazionali Badminton (Fiba), Tennis (Fit) e Tennistavolo (Fitet) in sinergia con il Coni, il Miur e il Cip. Un’iniziativa che ha registrato una forte partecipazione e tanto entusiasmo nei giovanissimi, presso i quali queste nuove discipline si vanno diffondendo con il convinto e determinante concorso degli Istituti locali che stanno efficacemente conducendo ormai da anni un nuovo modo di “fare scuola”: cultura, educazione, impegno sociale, arte, solidarietà e una sana pratica ludica e fisica.

Roberto Fatuzzo
La Sicilia
09/04/2019

La seconda edizione della corsa solidale "Misterbianco corre per"

Misterbianco corre per ... 2019E’ già in fase di preparazione la “Misterbianco Corre Per...” del 2019. La seconda edizione della “corsa solidale non competitiva”, inaugurata con successo a giugno dello scorso anno con un migliaio di "pettorali" - e che vuol diventare un appuntamento fisso per la città - si svolgerà domenica 19 maggio, con partenza dal Piano della Madonna degli Ammalati, in un percorso che intende «rendere omaggio alla storia della comunità misterbianchese, impegnata in questi mesi a celebrare il 350° anniversario dell’eruzione del 1669 e della rinascita del paese».

Roberto Fatuzzo
La Sicilia
07/04/2019

Associazione culturale Graziella Corso. Evento "Lungomare Fest" di Catania

Lungomare FestSi svolgerà domenica 7 aprile, dalle 10:00 alle 19:00, il "Lungomare Fest". Durante la manifestazione il lungomare di Catania, e precisamente nel tratto compreso da Piazza Europa sino a Piazza Mancini Battaglia, sarà chiuso al traffico veicolare per consentire a chiunque lo vorrà, di andare a piedi o in bici e riappropiarsi degli spazi pubblici. Un evento già collaudato e che ha visto in passato migliaia di cittadini,riversarsi su Viale Artale Alagona, libero da autovetture,e qualsiasi mezzo inquinante.

Pasqualino Longo

La cronaca dell'eruzione del 1669 - Ricostruzione dell'evento - Testi originali

Stampa 1669Alcune notizie, o circostanze, che riferisconsi, non solo dai nostri Scrittori, ma pure dal conte Winchelsen, Signore Inglese, che ritornava da Costantinopoli, ove aveva dimorato in qualità di Ambasciatore del suo Re, mentre perdurava questo incendio, e si trattenne apposta nel nostro Mare, e poi scese in Città convitato dal Vescovo. Arrivato questi in Napoli scrisse al suo Re una lettera questo avvenimento, e questa lettera fu inserita nella Relazione del suo viaggio dal Sig. Cavaliere Hamilton, d’onde fu tradotta amie preghiere in lingua francese da Madama Sara Schenden, Signorina di sommi meriti, quando questa venne in questa Città con suo marito il Sig .Scheuden mio singolare padrone. Valendomi dunque di questa lettera addurò un nuovo testimonio oculare, incapacedi caricare ed esagerare, essendo un straniero portato di sua natura alla semplice verità.

Vito Fichera

29 marzo 1669 - 1969 - 2019. Misterbianco, la memoria e l’identità

Tra le carte poggiate alla rinfusa nel mio piccolo archivio personale, conservo come una reliquia una copia del periodico “Il Seminatore” (Anno IV 4 – 5 Quindicinale 1-16 marzo 1969), da cui ho tratto questo breve e toccante articolo a firma di un indefinito “Cronista”. Ricordo che in quel “corteo”, in quella lunga processione aux flambeaux, che avanzava nel silenzio di quella lontana notte di 35 anni fa, “c’ero anch’io”. E ricordo che nell’aria quasi si percepiva un non so che di indefinito, di solenne, di unico, nei volti dei tanti misterbianchesi si notava l’emozione, la commozione, l’orgoglio di partecipare ad un evento storico, irripetibile, per la città.

Angelo Battiato

"Campanarazzu" il campanile di Misterbianco salvato dall'Etna

Monasterium Album“Campanarazzu” il campanile di Misterbianco salvato dall’Etna. Campanarazzu è il nome dell’antico campanile della Chiesa Madre di Misterbianco in provincia di Catania, sepolta dalla lava nel marzo del 1669. Una delle colate più disastrose che la storia etnea ricordi che non solo distrusse numerosi centri abitati, ma anche gran parte della stessa città di Catania. Il fiume di lava che ricoprì la Chiesa Madre di Misterbianco non riuscì a sovrastare il più alto campanile, che ne rimase nei secoli unica testimonianza visibile con le sue 6 campane che lo fecero simpaticamente chiamare “U Campanarazzu”.

siciliafan.it
26/03/2019

Pagine

Abbonamento a Eventi