Discarica

I comitati No Discarica di Motta Sant'Anastasia e Misterbianco, Zero Waste Sicilia e il Presidio del Patto Fiume Simeto, uniti contro la Delibera di Giunta n. 83 del 19/12/2016 del Comune di Motta Sant'Anastasia

Corteo Fiaccolata - MisterbiancoSono passati solo alcuni anni, sono cambiati i protagonisti ma, nella sostanza, non è cambiato nulla: torna sulle nostre teste la minaccia degli inceneritori. Siamo, infatti, nuovamente spettatori di una tragedia per la nostra terra che vede un'amministrazione comunale poco accorta, per nulla informata sui pericoli reali legati alla stretta convivenza con un “termovalorizzatore” e, vogliamo credere, raggirata da una grossa azienda che propone la costruzione di un “polo tecnologico” che conterrebbe, tra le altre meraviglie, un inceneritore, meglio un “cancrovalorizzatore”, da 700 mila tonnellate annue a (finte) emissioni "zero". allegato

comitati No Discarica di Motta e Misterbianco
Zero Waste Sicilia
Presidio del Patto Fiume Simeto

Motta S. Anastasia, "giunta vuole un inceneritore". Progetto bocciato a Belpasso, i comitati protestano

Anastasio Carrà Dopo le vicende legate alla presenza della discarica Oikos, il Comune etneo torna a far parlare di sé a causa di una delibera con la quale sindaco e assessori approvano la costruzione di un termovalorizzatore. Dura la replica dei cittadini che invocano il dietrofront.

Mattia S. Gangi
catania.meridionews.it
24/12/2016

Dopo la pronuncia del Cga, si riapre la "partita" di Valanghe d'Inverno?

Discarica TiritìAll’indomani dell’ordinanza n.765 con cui il Consiglio di Giustizia Amministrativa della Sicilia ha dato ragione all’Oikos, con una “sospensiva” che sancirebbe l’infondatezza dei provvedimenti di interdittiva antimafia e di nomina dei supercommissari, “bocciando” di fatto i provvedimenti della Prefettura e ponendo le premesse affinchè i titolari della società si riapproprino dell’azienda, sono comprensibili le reazioni a Motta S. Anastasia e Misterbianco fortemente interessate alle vicende della vicina megadiscarica di Valanghe d’Inverno.

Roberto Fatuzzo
La Sicilia
20/12/2016

Clamoroso, CGA boccia la prefettura: decaduti commissari OIKOS

Oikos - MottaDa pochissimi minuti pubblicata l’ordinanza del Consiglio di Giustizia amministrativa che restituisce ai proprietari l’azienda commissariata con provvedimento del Prefetto di Catania Maria Guia Federico con polemiche feroci. Pesante la motivazione: “I provvedimenti (del prefetto, ndr.) impugnati non appaiono assistiti da motivazioni convincenti e sufficienti.”

Pierluigi Di Rosa
sudpress.it
16/12/2016

Messi ora dall'Oikos i "nasi elettronici" sulle emissioni di Valanghe d'Inverno

Oikos - MottaDopo i “nasi” dei cittadini, registrati nel “diario della puzza” sui social, e le rilevazioni dell’Agenzia Arpa del luglio scorso, ora l’amministrazione straordinaria prefettizia dell’Oikos, società gestore della mega-discarica di Valanghe d’Inverno, rende noto che essa «ha implementato il piano di sorveglianza e controllo previsto dal d.lgs. n.36/2003, mediante l’avvio di una campagna di monitoraggio olfattometrico con “nasi elettronici”, per acquisire un quadro conoscitivo di maggiore dettaglio sulle eventuali emissioni odorigene provenienti dal complesso di Valanghe d’inverno.

Roberto Fatuzzo
lasicilia.it
26/11/2016

Il "tour" domenicale del ministro Galletti tra i veleni di Sicilia

Ministro Galletti - MisterbiancoDella Sicilia, il ministro dell’Ambiente e territorio Gian Luca Galletti nella sua visita domenicale è arrivato a percepire molto più i veleni che le incomparabili bellezze. E ci si augura che si sia reso conto di come siamo ridotti sul piano della devastazione ambientale. foto

Roberto Fatuzzo
lasicilia.it
14/11/2016

Pagine

Abbonamento a Discarica