Società

Memoria del Sindaco Nino Di Guardo alla commissione di accesso ispettivo al Comune di Misterbianco e pubblicata stamani sul quotidiano La Sicilia a pag. 5 dal titolo "Il modello amministrativo di Misterbianco: legalità e buon governo"

Nino Di Guardo - Misterbianco"Da mesi Misterbianco è sotto i riflettori. Per dirimere le tante polemiche e le vergognose speculazioni che hanno investito il mio Comune, ritengo opportuno rendere noti i contenuti della memoria che giorno 15, nel corso dell’incontro da me richiesto, ho consegnato alla Commissione per l’accesso ispettivo antimafia nominata dal sig. Prefetto di Catania.

Nino Di Guardo
Sindaco di Misterbianco

Appello del Comitato La Voce di Misterbianco su parcheggi, eventi e viabilità

Paletti dissuasoriIl Comitato cittadino La voce di Misterbianco nella persona del Presidente Giusi Letizia Percipalle intende sottoporre all'attenzione del sindaco e dell'amministrazione comunale la accorata richiesta di aiuto dei commercianti del centro del paese e nel caso specifico di via Matteotti, i quali lamentano oramai da tempo la mancanza di parcheggi, l'assenza di un valido programma di eventi, l’attuazione di un piano efficace della viabilità.
Tutti quesiti, questi, che non hanno ricevuto mai risposte concrete.

Giusi Letizia Percipalle
Presidente del Comitato cittadino La voce di Misterbianco

Parte con la "Festa dei Popoli" il "Festival della Complessità": "Per un mondo senza confini"

BibliotecaE' partito alla grande il “Festival della Complessità”, con varie iniziative accomunate dal titolo «Misterbianco rinata più volte». E non poteva esserci esordio più bello, con la Biblioteca comunale affollata in cerchio dalla “Festa dei popoli” in cammino da un anno.

Roberto Fatuzzo
La Sicilia
14/05/2019

Il Trinity London premia le piccole "eccellenze" dell'Istituto San Francesco

TrinityNella sala gremita dell’Istituto San Francesco, ufficialmente riconosciuto scuola d’eccellenza, celebrata in festa la cerimonia di consegna dei certificati “Trinity College London” (Ente certificatore internazionale attivo in oltre 60 paesi nel mondo e presente nell'elenco pubblicato dal Miur) a 33 piccoli alunni “candidati” che hanno sostenuto e superato con successo esami dal primo al terzo livello del “Quadro comune Europeo”.

Roberto Fatuzzo

Trecentocinquanta anni ancora

MisterbiancoE che amiamo questa nostra città. L’amiamo intensamente, completamente, intimamente. L’amiamo come si ama una madre, un padre, un figlio, un amico. L’amiamo come si ama una donna, anche senza fedeltà, senza ricompensa, senza ricambio. Amiamo Misterbianco nonostante tutto, malgrado tutto. Anche quando ci maltratta, ci umilia, ci ferisce, ci tradisce.

Angelo Battiato

Di Guardo a Corsaro: "Si dimetta" La replica: "Attacco meschino"

Di Guardo - CorsaroCome prima aveva fatto il consigliere con il primo cittadino, ora è il sindaco a chiederne "la testa". Resta infuocata la polemica a Misterbianco tra Nino Di Guardo e Marco Corsaro, rappresentante dell'opposizione in consiglio. Il primo ha organizzato una conferenza stampa in mattinata per chiarire alcuni aspetti dell'operazione Gisella - che, tra le altre cose,ha fatto luce dopo 28 anni sulla vicenda legata all’omicidio del segretario locale della DC Paolo Arena e - e il secondo lo ha fatto qualche ora più tardi.

catania.livesicilia.it
07/05/2019

All'asta l'ex stabilimento dei Costanzo a Misterbianco "Bomba ambientale" nella zona commerciale in crisi

Stabilimento di MonacoIl vecchio cuore dell'impero dei fratelli Carmelo e Gino Costanzo finisce sul mercato nell'ambito della procedura fallimentare guidata dal tribunale di Catania. Dopo lunghi anni di saccheggi e abbandono, il sito richiede ingenti investimenti. A cominciare dalla bonifica.

Francesco Vasta
catania.meridionews.it
07/05/2019

Una storia semplice: Asili Comunali, capitolo quattro

FattureAsili comunali. Ce ne siamo già occupati non una, non due, ma ben tre volte. Non ci pesa affatto scrivere tanti articoli sullo stesso argomento, ma ciò che ci dispiace è che non siamo ancora riusciti a sortire alcun effetto concreto. Sembra il giorno della marmotta: il tempo si riazzera e tutto resta comunque sempre uguale. Anche ieri le ennesime telefonate per ascoltare parole al cospetto delle quali non possiamo mai e poi mai smettere di indignarci: le testimonianze di persone che si trovano a dover lavorare gratis, da circa 10 mesi. Sembrano storie simili, semplici, tutte diverse, ma tutte in qualche modo uguali. E nessuna di queste è in alcun modo accettabile.

Sara Obici
sudpress.it
07/05/2019

Pagine

Abbonamento a Società