Dico la mia

Medaglia d'Oro al Valor dell'Arma dei Carabinieri "alla memoria". Fra gli eroi della strage di Feudo Nobile il carabiniere Mario Spampinato misterbianchese

MedagliaQuest’anno ricorre il 75mo anniversario della strage di Feudo Nobile ( Gela ) 28 gennaio 1946 - 28 gennaio 2021, in cui trovarono la morte 8 carabinieri, sequestrati dalla banda del bandito Salvatore Rizzo, che, come Salvatore Giuliano, infestava in quegli anni la Sicilia.
Fra i carabinieri ostaggio dei banditi anche il carabiniere Mario Spampinato di Misterbianco. Essi vennero denudati e falcidiati a raffiche di mitra e a colpi di moschetto in sequenza, assistendo l’uno alla carneficina dell’altro.

Turi Saglimbene

Sul 27 gennaio e dintorni

No! Non è la morte la cosa più terribile, perché essa fa parte del ciclo della vita, ma la volontà di uccidere l'altro, gli altri.

Ci scorre il terrore vivo dentro gli occhi alle scene dell'olocausto, i morti folgorati nei fili spinati, i corpi nudi e denutriti dentro le camere a gas, nei forni crematoi, nelle fosse di fango ricolmi di “vite senza vita”.

Pasquale Musarra

Da noi a noi

DemocraziaHa detto bene l’amico Pasquale Musarra nel suo ultimo articolo “Sul noi”, pubblicato di recente su Misterbianco.com. E’ necessario “riprenderci la politica, la nostra casa per la città, la voglia quotidiana di essere i soli veri protagonisti della nostra vita privata e pubblica, le nostre opinioni, le nostre volontà e bisogni”.

Angelo Battiato

Sul noi

La farsa della politica ha avuto il suo epigono, nelle sue espressione del peggio, del meno peggio e dell’inqualificabile balordaggine!!!

Una stupidità diffusa e capillare, sia a livello locale che nazionale e transnazionale. La pandemia, crudele e imperdonabile, sta per lo meno sviscerando i lati più abietti dei personaggi dediti all’amministrazione della cosa pubblica.

Pasquale Musarra

Sulle pandemie

PandemiaLa pandemia causata dal covid sta creando giornalmente una grave condizione di stati latenti di angosce ed instabilità emotive e relazionali. È terribile avere il timore dell’altro che può metterti in una condizione di morbosità e premorte. In tutte le fasce di età con diverse connotazioni cognitive ed ideative si elaborano dinamiche ontologiche ed esistenziali che fanno emergere dimensioni oniriche ed esistenziali profondamente affliggenti. La quotidianità, aggravata da un martellante sistema informativo, è vissuta in termini di casualità, precarietà e vulnerabilità.

Pasquale Musarra
9/1/2021

Racconti di Natale. Una luce per le ore più buie

NativitàLa trincea saliva verso la montagna, e il colloquio dei cannoni non sembrava avere tregua, sebbene fossimo alla vigilia di natale. Il bombardamento era iniziato da poco e nell’aria gelida di dicembre, attorniata da silenzio e fumo, s’udiva solo il crepitio dei mortai e delle mitraglie.

Angelo Battiato

I finanziamenti adesso ci sono. La Città metropolitana di Catania non indugi al rimboschimento urbano

I monti SieliI rapporti tra salute, covid e qualità dell’aria sono stati il tema di un articolo pubblicato ieri su questo giornale per puntare l’attenzione sul progetto di riforestazione urbana avviato nelle scorse settimane dal Ministero dell’Ambiente. Per dare ossigeno ai centri abitati soffocati dall’inquinamento, ben 30 milioni di euro sono a disposizione delle Città metropolitane, che a breve devono presentare i loro progetti, coinvolgendo anche associazioni, imprenditori e privati cittadini.

Francesca Lo Faro
metroct.it
30/12/2020

Oasi nel deserto (Ricordo di Mimmo Santonocito)

Mimmo SantonocitoLa pandemia oltre a limitare ampiamente la nostra libertà personale, oltre a sottrarci larghe fette di scambi sociali, ci ha privato anche di figure autorevoli soffocando per di più la voce di quanti avrebbero voluto esprimere il rammarico, il cordoglio, il dolore per tristissime dipartite.

Piero Motta

Osservatorio permanente finalizzato al contrasto di fenomeni di illegalità

Attiva MisterbiancoNella relazione pubblicata nella G.U.R.I. - Serie Generale, n. 256 del 31 ottobre 2019, con la quale il Prefetto di Catania ha chiesto al Ministro dell’Interno, ai sensi dell’art. 143 del D. Lgs. n. 267/2000 come modificato dall’articolo 2, comma 30 della legge 15 luglio 2009 n. 94, l’adozione del provvedimento di scioglimento degli organi elettivi del Comune di Misterbianco, una corposa sezione è dedicata all’analisi del contesto criminale che caratterizza il territorio. In particolare nella relazione si descrive un contesto criminale fortemente legato allo scenario mafioso della città capoluogo, caratterizzato dall’interazione di consorterie riconducibili a Cosa Nostra (famiglia “Santapaola-Ercolano” e famiglia “Mazzei”) ma nel quale sono presenti anche gruppi dotati di consolidata struttura e significativa presenza sul territorio quali i “Cappello-Bonaccorsi e i “Laudani”.

Attiva Misterbianco

Pagine

Abbonamento a Dico la mia