Discarica

A Catania l'impianto per l'umido "Comuni risparmieranno 3 mln"

ImpiantoVoto contrario solo del Comune di Motta Sant'Anastasia.
Un impianto di digestione anaerobica per lo smaltimento dei rifiuti umidi in zona Pantano D’Arci. Qui si trova l’area che il Comune, dopo l'approvazione in Giunta, ha concesso alla SRR – Società per la regolamentazione del servizio dei rifiuti – e dove dovrebbe sorgere il primo impianto per la lavorazione della frazione umida della spazzatura. Quella, per capire, che pesa di più sui costi di discarica. Una struttura da centomila tonnellate che, una volta realizzata, porterà a grandi risparmi, oltre che alla fine della gestione esclusivamente privata del settore. La firma della convenzione di giovedì scorso, che ha visto il voto contrario del solo Comune di Motta Sant’Anastasia, rappresenta infatti il primo passo: spetterà al commissario ad acta per la realizzazione dell’impianto, Sebastiano Conti Nibali, procedere con la realizzazione del progetto definitivo per poi mandarlo in gara.

catania.livesicilia.it
22/02/2020

Gli schiacciatori non parlano dell'alzata

Julio Velasco“Gli schiacciatori non parlano dell’alzata, la risolvono”. Era questa una delle regole che Julio Velasco, allenatore della nazionale campione del mondo di pallavolo, imponeva nello spogliatoio. Il suo intento era chiaramente quello di combattere “la cultura degli alibi”, quella tendenza cioè a non assumersi la responsabilità delle proprie azioni, a scaricare sugli altri il peso degli errori, ad autoassolversi, a giustificare l’inerzia, ad attribuire un fallimento a qualcosa che non dipende da sé. La cultura degli alibi è da sempre molto radicata nella società italiana, e certo non fanno eccezione i politici, anzi!

Massimo La Piana

Il Comitato No discarica con Legambiente e Zero Waste Sicilia: "Revocare l'autorizzazione decennale alla discarica"

NoDiscarica«Se la magistratura penale e quella amministrativa si muovono, anche la politica deve fare la propria parte, non può privilegiare gli interessi privati e restare indifferente, assieme alla burocrazia, di fronte ai diritti e alle esigenze della comunità viste spesso con fastidio e sufficienza.

Roberto Fatuzzo
La Sicilia
12/01/2020

Nota per conf. stampa No Discarica sabato 11/01 ore 10,30 Piazza della Repubblica, 32

No DiscaricaSabato 11 gennaio 2020 alle ore 10,30 presso lo studio in Catania dell’avvto Goffredo D’Antona in Piazza della Repubblica, 32 (ottavo piano) il Comitato No Discarica di Misterbianco e Motta assistito dai suoi legali, Nicola Giudice, Corrado Giuliano e Goffredo D’Antona, insieme alle associazioni Zero Waste Sicilia e Legambiente terranno una conferenza stampa per illustrare, alla luce delle recenti motivazioni della sentenza di primo grado di condanna per corruzione nel processo “Terra Mia” del funzionario infedele, Cannova, e dell’ex legale rappresentante della Oikos spa, Proto, l’esito, ancora aperto, dell’ordinanza del Tar dell’ 11/12/2019 a seguito del ricorso congiunto contro il rinnovo dell’AIA dello scorso agosto 2019, ordinanza con cui è stata disposta una doppia verifica, procedimentale e sanitaria, quest’ultima a cura dell’Istituto Superiore di Sanità.

Il Comitato No Discarica Misterbianco e Motta

Discarica Valanghe d'inverno, la Regione tra emergenze e "carte in regola"

I dubbi sul passato (ma anche sul presente) di Oikos sono alimentati dalle motivazioni della sentenza, appena depositate. E arrivano adesso, quando a Palermo si sente risuonare ancora l’eco della «Regione con le carte in regola». Citazione più volte ripetuta nei giorni della commemorazione di Piersanti Mattarella, fra alcuni sinceri istinti emulativi e troppi strombazzamenti retorici.

Mario Barresi
lasicilia.it
08/01/2020

Discarica Valanga d'Inverno Botta e risposta tra comitato e Oikos

"Sarà l’Istituto Superiore di Sanità ad accertare se la discarica di rifiuti non pericolosi di contrada Valanga d’Inverno provochi danni all’ambiente e alla salute dei cittadini dei Comuni di Motta S. Anastasia e Misterbianco ubicati in prossimità dell’impianto. Il TAR, accogliendo in pieno le ragioni delle associazioni ambientaliste e dei Comuni di Misterbianco e Motta, nell’ordinanza dell’11 dicembre scorso, ha inoltre disposto che il Dipartimento acqua e rifiuti della Regione Siciliana fornisca chiarimenti puntuali rispetto alle contestazioni rappresentate in giudizio dalle parti ricorrenti", si legge in una nota del comitato.

catania.livesicilia.it
18/12/2019

Discarica Contrada Valanghe D'inverno: il TAR di Catania decide di approfondire le ragioni degli ambientalisti, dei comitati cittadini e dei comuni di Misterbianco e Motta

No DiscaricaSarà l’Istituto Superiore di Sanità ad accertare se la discarica di rifiuti non pericolosi di contrada Valanga d’Inverno provochi danni all’ambiente e alla salute dei cittadini dei Comuni di Motta S. Anastasia e Misterbianco ubicati in prossimità dell’impianto. Il TAR, accogliendo in pieno le ragioni delle associazioni ambientaliste e dei Comuni di Misterbianco e Motta, nell’ordinanza dell’11 dicembre scorso, ha inoltre disposto che il Dipartimento acqua e rifiuti della Regione Siciliana fornisca chiarimenti puntuali rispetto alle contestazioni rappresentate in giudizio dalle parti ricorrenti.

Comitati No Discarica Misterbianco e Motta

Pagine

Abbonamento a Discarica