Le iniziative di "Attiva Misterbianco"

Versione stampabileVersione stampabile

Attiva Misterbianco«Noi alle elezioni comunali non ci saremo. Ma non è affatto un disimpegno, continuiamo a lavorare». Nata da due anni, l’Associazione “Attiva Misterbianco” dichiara di volersi impegnare comunque per la città - ispirandosi alla democrazia di Atene, la prima della storia - al di fuori delle competizioni elettorali già in pieno corso. «E’ il nostro modo di fare politica, le idee camminano a prescindere», ci dicono Massimo La Piana, Anna Bonforte, Nuccia Messina, Carmelo Bonanno, Santo Mancuso, Angelo Naso e Grazia Chisari, presentando in conferenza stampa nuove iniziative per la comunità.

«Sul nuovo Piano regolatore che non è stato possibile dibattere in Consiglio comunale – ci dicono – non conosciamo le posizioni e gli schieramenti, e ne restiamo autonomi. Abbiamo presentato, da cittadini e forse tra i pochissimi, un’osservazione al Prg approvato dal commissario ad acta Mario Megna, sulla nuova area di espansione produttiva a sud lungo l’asse viario della tangenziale ovest di Catania. Un’area agricola che, si badi, è ben un quinto dell’intero territorio comunale e anzichè essere valorizzata per lo sviluppo agricolo e agrituristico rischia di fatto di essere seriamente compromessa dalla cementificazione e dalla speculazione privata e commerciale, oltre al prevedibile ulteriore congestionamento del traffico veicolare. In un’area di masserie e agrumeti, è prevista ora dal Prg una nuova zona commerciale e produttiva, anziché l’opportuna riqualificazione delle aree esistenti e lo sviluppo e la salvaguardia ambientale. Noi non possiamo certamente condividere tale prospettiva, e rivendichiamo il “diritto al paesaggio” e alla bellezza, sancito tra l’altro dalla Costituzione e da convenzioni internazionali, chiedendo legittimamente il ripristino nel Prg della destinazione agricola». Sui temi della riqualificazione e del rilancio della zona produttiva, della “smart area” (proposta da tempo) e sulla mobilità sostenibile, tra l’altro, “Attiva Misterbianco” annuncia un qualificato incontro pubblico per sabato alle 17, presso il Centro Anziani a Lineri (coinvolgendo quindi ancora le frazioni nella partecipazione) con amministratori, tecnici, imprenditori, esperti di sviluppo locale e docenti universitari; con un chiaro riferimento alla prevista nuova fermata della Metropolitana alla zona commerciale di Misterbianco, ottima occasione di sviluppo che deve trovare una città pronta con progetti di rigenerazione urbana, parcheggi, efficientamento energetico, e non un “polo” in desertificazione.

Un’altra iniziativa “sentita” del sodalizio: «Abbiamo richiesto e ispirato il conferimento della cittadinanza onoraria al ternano Alfredo Petrini, che ha recuperato la preziosa memoria del nostro eroe Orazio Costorella; in questi giorni Petrini è con noi nelle scuole come “testimone del tempo” assieme al nipote del giovanissimo partigiano ucciso. Vogliamo conoscere anche il novantenne Angelo Olivi, che da bambino vide i nazisti sparare a Costorella in piazza a Poggio di Otricoli. Una memoria collettiva da tramandare ai ragazzi assieme al senso della comunità. E proseguiremo coi “Murales della libertà” e gli incontri sulla Costituzione. Le elezioni passano, ma noi non siamo una lista civica, e non smettiamo di essere “ateniesi”». foto

Roberto Fatuzzo
La Sicilia
27/04/2017

tags: