Metropolitana a Misterbianco: prossima fermata 2025?

Versione stampabileVersione stampabile

MetropolitanaÈ sfumato definitivamente il sogno di poter raggiungere da Misterbianco, già nel 2023, il centro della città di Catania, senza prendere la macchina, comodamente seduti su un vagone della metropolitana. Il bando per la tratta Monte Po’-Misterbianco (il cui costo di 124 milioni di euro è stato finanziato da fondi comunitari, governativi e dal Cipe), è stato pubblicato il 24 gennaio 2018 con scadenza il 22 marzo dello stesso anno.

L’appalto prevedeva attività di progettazione e di esecuzione dei lavori per un totale di 1199 giorni - 105 giorni per portare a compimento le prestazioni del progetto esecutivo, 1094 i giorni per l’esecuzione dei lavori (fonte: catania.mobilità.org). Se dunque le procedure di gara si fossero concluse con l’aggiudicazione e la consegna dei lavori nel 2018, conti alla mano, rispettando le scadenze previste dal bando, si sarebbero potute consegnare alla collettività le due stazioni previste (Misterbianco Zona Commerciale e Misterbianco Centro tra Via Garibaldi e via Matteotti) tra la fine del 2022 e l’inizio del 2023. Una serie di rinvii delle sedute di gara nel 2018, due esclusioni dalle procedure di gara nel 2019 riguardanti due diversi raggruppamenti temporanei di imprese, e il famigerato 2020, hanno finito per dilatare a dismisura i tempi del procedimento. Un procedimento ancora in corso e che nelle parole dell’ing. Fiore, Direttore Generale della Ferrovia Circumetnea, riportate dai media locali, si dovrebbe concludere con l’aggiudicazione definitiva a gennaio del 2021, con più di due anni di ritardo rispetto alle previsioni iniziali, sempre se non ci saranno ricorsi da parte delle imprese escluse che allungherebbero ulteriormente le tempistiche di realizzazione di un’opera, strategica per costruire nell’area metropolitana un sistema di mobilità realmente efficiente e sostenibile, in linea con le aspettative dei cittadini. Che fare dunque adesso?

Occorre prendere atto di ciò che è successo, ma al contempo mobilitarsi perché i tempi così come ridefiniti, non subiscano ulteriori ritardi o rallentamenti e perché si possa concretamente sperare nel 2025 di arrivare all’aeroporto di Catania prendendo la metro a Misterbianco centro (nel 2025 dovrebbe infatti essere completato anche il tratto Stesicoro-Aeroporto indispensabile a chiudere “l’anello”). Per questo chiediamo alla Commissione Straordinaria di seguire con attenzione la vicenda, vigilando sugli stati di avanzamento delle procedure e dei lavori e informando costantemente i cittadini. Così come vigileremo noi, perché da sempre ritentiamo per la nostra comunità l’arrivo della metropolitana un’occasione di sviluppo e di rilancio indispensabile. Il tempo ulteriore non richiesto ma ormai definito per la realizzazione dell’opera deve spingere la città, come da tanto auspichiamo (è del 2017 l’organizzazione di un nostro convegno sul tema a Lineri e la pubblicazione di un dossier inviato allora ai consiglieri comunali e alla giunta), a progettare una strategia di riqualificazione della “vecchia” zona commerciale tra corso Carlo Marx e contrada Mezzocampo a cui la costruzione di una fermata della metropolitana finirebbe per ridare slancio, attrattività e competitività, se adeguatamente pensata e preparata. Per quanto ci riguarda, il “sogno” deve continuare!

Attiva Misterbianco

tags: