Comunali. Il TAR etneo: decida Palermo

Versione stampabileVersione stampabile

Nino CondorelliIl Tar di Catania rimanda a Palermo la decisione sull'annullamento delle elezioni, chiesto, all'indomani delle elezioni amministrative dello scorso maggio, dal candidato del centrodestra Nino Condorelli. Ieri, il Tar etneo ha emesso l'ordinanza che stabilisce che le competenze sulle controversie tra la sede staccata di Catania e quella di Palermo, spettano al presidente del tribunale amministrativo di Palermo.

All'indomani della proclamazione a sindaco dell'avversario Nino Di Guardo, Nino Condorelli aveva sollevato la questione del ricorso. Il nodo da sciogliere era l'interpretazione della legge elettorale sul conteggio dei voti validi per l'assegnazione del quorum. In prima battuta, il comune di Misterbianco, sul sito ufficiale della Regione Siciliana, era stato indicato tra quelli che andavano al ballottaggio. Notizia poi smentita da una nota ufficiale che assegnava al primo turno la vittoria al sindaco Nino Di Guardo. Bisognerà dunque aspettare che il Tar di Palermo fissi la nuova udienza.

Francesca Aglieri Rinella
Giornale di Sicilia
05/10/2012

tags: 

Commenti

Campa cavallo che l'erba

Campa cavallo che l'erba cresce! E' terribile che nessuno voglia assumersi le responsabilità di una cosa cosi evidente. O dentro o fuori, non é giusto esasperare cosi le persone. A questo punto io manderei tutto a farsi friggere!

Enzo Messina

Pagine