CLIL & Sviluppo Sostenibile: L'IC A. Gabelli di Misterbianco vince il Primo Premio della XXIX Edizione del Concorso Nazionale "Immagini per la Terra" di Green Cross Italia

Versione stampabileVersione stampabile

Escape RoomL’Istituto Comprensivo “Aristide Gabelli” di Misterbianco, diretto dalla Dott.ssa Adriana Battaglia, è per il secondo anno consecutivo tra le 8 scuole italiane vincitrici di “Immagini per la Terra”, storico concorso nazionale a tema ambientale che ogni anno vede la partecipazione di migliaia di studenti e insegnanti degli istituti di ogni ordine e grado italiani, pubblici e privati, presenti sul territorio nazionale e all’estero. L’iniziativa è promossa e realizzata da Green Cross Italia in collaborazione con il MIUR, il sostegno di Acqua Lete e il patrocinio delle più alte cariche dello Stato, tra cui il Senato della Repubblica e la Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Il titolo della XXIX edizione era “2030: il futuro è adesso!”. Traendo ispirazione dall’input narrativo fornito dal bando di concorso, nell’a.s.2020/21 gli alunni della classe 3E della scuola sec. di primo grado hanno ideato l’innovativa Escape Room digitale “2030: the Future is Now!”. Il prodotto è stato realizzato durante il progetto curricolare di potenziamento CLIL coordinato dalle prof.sse Licia Arcidiacono (inglese), Sara Petralia (Scienze) e Marzia Arcadipane (Lettere), grazie a cui i 22 alunni della classe hanno potuto integrare lo studio di scienze e educazione civica attraverso la lingua veicolare inglese ed acquisire fondamentali competenze chiave e soft skills trasversali a tutti gli insegnamenti.

La costruzione di un “gioco di fuga” ad uso didattico-educativo, simile a un videogame, ha favorito lo studio dell’Agenda 2030 e la sensibilizzazione del tema Sviluppo Sostenibile proiettando gli alunni all’interno di uno scenario avvincente e immersivo: un viaggio immaginario nello Spazio come astronauti a bordo della navicella spaziale Apollo 2030, con cui adattare i temi all’età e al livello degli apprendenti e far rendere al meglio le abilità del singolo allievo nella sua unicità. Lavorando sinergicamente tramite varie app e web tool, i ragazzi sono diventati co-costruttori attivi degli apprendimenti in quanto, guidati dalle insegnanti, hanno progettato i tre livelli della Escape Room occupandosi di inventare lo scenario narrativo, dar voce ai personaggi, creare elementi grafici, realizzare e testare reciprocamente tutti giochi inseriti all’interno del “macro-contenitore” digitale.

Il prestigioso riconoscimento ottenuto dall’istituto misterbianchese sito in via Gramsci prevede anche un premio di 1.000 euro da destinare a sostegno di iniziative ambientali a favore della scuola d’appartenenza e certifica il valore di un progetto sperimentale basato su metodologie innovative che la classe è riuscita a svolgere raccogliendo la “sfida” di un progetto complesso e ambizioso incentrato su CLIL e tecnologie digitali integrate alla didattica in presenza alternata a fasi di didattica a distanza, nell’ottica di un apprendimento multilinguistico e multidisciplinare volto a promuovere azioni e stili di vita sostenibili e contribuire in prima persona al cambiamento.

prof.ssa Licia Arcidiacono

tags: