Attiva Misterbianco: manca ancora una volta il numero legale in consiglio comunale e salta l'approvazione della "rottamazione delle cartelle esattoriali"

Versione stampabileVersione stampabile

Attiva MisterbiancoDopo appena un’ora dall’inizio della seduta manca ancora una volta il numero legale e il consiglio comunale viene rinviato a data da destinarsi. E’ quello che è successo nella seduta di ieri (21 marzo) dopo che la seduta del giorno prima era andata deserta per lo stesso motivo.

Si tratta della quarta seduta consecutiva dell’assemblea cittadina, che finisce anzitempo per mancanza di numero legale, senza riuscire a deliberare o trattando, come il caso delle seduta di ieri, due soli punti all’ordine del giorno.
I fatti confermano dunque le preoccupazioni che avevamo espresso in ordine al forzato immobilismo che la situazione politica attuale, con il dispiegarsi della campagna elettorale per il rinnovo dell’amministrazione, sta provocando.
Consideriamo grave in particolare il fatto che l’assemblea cittadina non abbia trattato il punto relativo alla “rottamazione delle cartelle esattoriali”, provvedimento più volte sollecitato da Attiva Misterbianco e atteso dalla comunità, che consentirebbe a cittadini e imprese di fruire di agevolazioni nel pagamento dei debiti verso il comune, per i tributi non versati.

Già una volta il nostro comune aveva colpevolmente rischiato di perdere il “treno”, non riuscendo ad approvare entro il 1 febbraio 2017 il regolamento per la definizione agevolata delle entrate comunali non riscosse, che indicasse ai cittadini le modalità di fruizione delle agevolazioni.

Una scadenza fortunatamente prorogata al 31 marzo 2017 dal Decreto Legge n. 8 del 9 febbraio 2017.
Da quel momento non abbiamo mai smesso di pressare amministrazione e consiglio perché si arrivasse in tempi brevi alla definizione del regolamento. Con il passaggio a vuoto di ieri, Il consiglio comunale ha dunque perso un’importante opportunità di dare un segale di attenzione e di credibilità nei confronti dei cittadini! E’ rimasto inascoltato il pubblico appello lanciato da Attiva, al senso di responsabilità dei singoli consiglieri e alle forze politiche presenti in consiglio, perché la legislatura possa concludersi con un patto di produttività!

Ma noi non ci arrendiamo e rilanciamo! Il tempo a disposizione è poco, la scadenza di legge è prossima! Si convochi subito un nuovo consiglio per la prossima settimana e si prenda pubblicamente l’impegno di approvare nella prossima seduta utile (probabilmente l’ultima!) il regolamento per la definizione agevolata delle entrate comunali non riscosse a seguito della notifica di ingiunzioni fiscali. E’ un dovere nei confronti dei cittadini.

Attiva Misterbianco

tags: