All'Istituto Padre Pio la "Scacchiera gigante" dedicata alla memoria dell'infermiera Cinzia Grillo

Versione stampabileVersione stampabile

ScacchieraLe scuole di Misterbianco continuano a seminare formazione, cultura, cittadinanza attiva e solidarietà, con una serie costante di iniziative che neanche la lunga pandemia e i suoi molteplici problemi è riuscita significativamente a stoppare. Con creatività e intraprendenza, si percorrono strade virtuose di coralità costruttiva e incoraggiante.

Inaugurata ufficialmente all'Istituto comprensivo Padre Pio da Pietrelcina, con alcune esibizioni di contorno, la “Scacchiera Gigante” modellata nel cortile dagli alunni della scuola media dopo le vacanze pasquali e dedicata alla memoria di Innocenza Cinzia Grillo, infermiera dell'ospedale San Marco, deceduta sul lavoro pochi mesi fa a causa del covid, alla quale istituzioni, preside, insegnanti, personale Ata e alunni hanno voluto rendere onore. Presenti e grati, nella commozione generale, il marito e le figlie Valentina ed Eleonora (un altro figlio insegna a Brescia), cui è stata consegnata una targa. Partecipi le istituzioni col commissario straordinario dott. Salvatore Caccamo e il ten. Pasquale Cuzzola.

Un inedito progetto realizzato «per poter giocare insieme mantenendo il distanziamento, e svolgere un’attività sportiva che coinvolga in modo egualitario ragazzi e ragazze». In team, hanno guidato gli alunni alla realizzazione i docenti Donatella Garufi (tecnologia), Vincenzo Intraguglielmo e Angela Puglisi (scienze motorie), Luca Antonio Leotta (spagnolo), i docenti di sostegno Rosy Bonanno, Vanessa Lo Iacono, Emanuela Mazzaglia, Sebastiano Catanzaro, Maurizio Di Stefano e l'educatrice Rosanna Graziani.

La dirigente Patrizia Guzzardi: «Ho conosciuto Cinzia durante il mio ricovero in ospedale, con una frequentazione breve ma intensa in cui ci siamo raccontate la nostra vita e le nostre famiglie; era una bravissima infermiera che ha coniugato l’essere donna e madre e il dedicarsi agli altri; si è ammalata sul lavoro e poi è deceduta. E abbiamo voluto dedicarle questo progetto».

Valentina, figlia di Cinzia: «Ringraziamo la preside per questa dedica e per essere stata vicina a nostra madre, nonchè la prof. Vanessa per aver ascoltato e riportato in modo eccellente la nostra storia».

Il commissario Caccamo: «L’istituzione locale deve assicurare la propria presenza ed essere da sprone per gli alunni. Le scuole di Misterbianco hanno saputo reagire prontamente alle forti penalizzazioni della pandemia, individuando le soluzioni logistiche e didattiche perché le loro attività non subissero interruzioni o rallentamenti e non provocassero ripercussioni sugli studenti. E’ una lodevole ed eccellente iniziativa, che si aggiunge alle tante altre dei nostri Istituti comprensivi. Un grande ringraziamento e plauso a questo esempio sintomatico della volontà di normalità superando il periodo di grave criticità».

Roberto Fatuzzo
La Sicilia
04/06/2021

tags: