Si sblocca finalmente l'impianto di cremazione in project financing

Versione stampabileVersione stampabile

Cimitero Comunale MisterbiancoPreannunciato a suo tempo con grande soddisfazione, ora a tre anni e mezzo dalla prima determinazione comunale di Settore del dicembre 2013, si “sblocca” finalmente l’impianto di cremazione previsto presso il Cimitero di Misterbianco, un traguardo di civiltà che a questo punto può dirsi vicino.

Un lungo iter. La “procedura di gara aperta” era stata aggiudicata nel gennaio 2015 ad un’Associazione temporanea di imprese di S.Agata Li Battiati; e a dicembre si era proceduto alla firma del contratto di concessione. Ma l’impresa seconda in graduatoria presentava ricorso al Tar e poi in appello al Cga di Palermo, che l’accoglieva, e veniva dichiarato inefficace il contratto già concluso. Con determinazione settoriale del novembre 2016, veniva dichiarata aggiudicataria la Saie srl con sede a Casciago (Varese), e la Giunta comunale ne prendeva atto. Senonchè il responsabile comunale per il procedimento trovava nel progetto preliminare presentato dalla Saie in sede di gara alcune “incompatibilità” con i requisiti espressi nello studio di fattibilità, che solo nel gennaio 2017 venivano superate dopo un incontro con la società e la ricezione dei suoi nuovi elaborati progettuali con l’inserimento delle varianti richieste.

Infine l’11 luglio scorso, la Saie ha trasmesso lo schema di contratto di concessione modificato e integrato come concordato, Su parere favorevole del responsabile del procedimento, con deliberazione n.165 del 17 luglio, la Giunta comunale ha approvato all’unanimità, con provvedimento immediatamente esecutivo (non necessitando di alcuna prenotazione di spesa) sia il progetto preliminare sia lo schema di convenzione per la concessione, in quanto “perfettamente rispondenti alle attese dell’Amministrazione comunale”.

Misterbianco avrà dunque presto il suo moderno impianto di cremazione, tra i pochissimi nel meridione. Alla società varesina Saie aggiudicataria vengono affidate in concessione la progettazione definitiva ed esecutiva, la costruzione e la gestione dell’impianto, all’interno dell’attuale area di ampliamento del cimitero comunale di Misterbianco, mediante l’istituto della “finanza di progetto”, ai sensi dell’art.153 del d.lgs .163/2006 e successive modificazioni. Con tale strumento giuridico, la società diventa concessionario e “promotore” dell’opera pubblica da realizzarsi esclusivamente con risorse a suo carico, senza alcun impegno economico da parte dell’Amministrazione comunale concedente. L’intervento complessivo finanziato, secondo il quadro economico approvato, sarà di 3 milioni e 464 mila euro (tra opere, impianti, attrezzature; opere per la sicurezza, imprevisti, spese tecniche, “somme a disposizione” e Iva).

Roberto Fatuzzo
La Sicilia
26/07/2017

tags: