Misterbianco, la Giunta approva lo schema del nuovo Prg

Versione stampabileVersione stampabile

Comune di Misterbianco La Giunta comunale ha approvato, ieri mattina, la delibera contenente la proposta del nuovo schema di massima del Piano regolatore generale, che adesso passerà all'esame del Consiglio comunale. Una delibera importante ed attesa da tempo, tanto da essere stata sollecitata con diverse interrogazioni in Consiglio da parte del Pd, che apre il dibattito su quello che sarà il nuovo strumento urbanistico nei prossimi anni. Il primo Prg era scaduto negli anni scorsi e la proposta dello schema di massima è la tappa intermedia prima del varo dell'elaborato definitivo.

Carmelo Santonocito
La Sicilia
23/12/2011

{C}

«Riavviare il Prg - ha detto il sindaco Ninella Caruso, che detiene la delega all'Urbanistica - era tra i programmi della mia amministrazione e seppur senza grandi impegni di spesa, siamo riusciti ad elaborare una proposta su cui adesso il Consiglio comunale dovrà fare la sua parte».

Anche se lo schema non entra nei particolari, la proposta contiene alcune novità ed indirizzi. Il primo riguarda lo sblocco del "Piano Matteotti", rimasto ingessato per la creazione dei comparti dei quali, con la nuova proposta, i cittadini ne potranno fare a meno.

Un ulteriore indirizzo riguarda l'ampliamento della zona produttiva a ridosso della tangenziale, in modo da realizzare una cucitura tra l'attuale area e quella sorta a ridosso del bivio per S. Giorgio dove oltre al centro commerciale sorgono numerose aziende. Infine, l'annoso problema mai risolto che riguarda la contrada Madonna degli Ammalati, con la previsione di una zona residenziale, ma molto ridotta rispetto alla precedente perimetrazione prevista nel Prg scaduto. Resta irrisolta la ricucitura del centro storico con l'area compresa tra le via Madonna degli Ammalati, Raccomandata e Madre Teresa di Calcutta, dove si innesta il piano Matteotti e dove le arterie viarie sono state rimodernate ed ampliate.

tags: