Misterbianco: donna sgozzata trovata nella sua abitazione

Versione stampabileVersione stampabile

IncidenteMarina Zuccarello, 55 anni era in villeggiatura con famiglia. Il corpo trovato dal marito in un lago di sangue. Fermato Agostino Siciliano, 30 anni: ha confessato. La donna accoltellata perché aveva intimato al giovane di stare lontano dalla figlia che lo aveva lasciato.

Stava scappando in automobile l'omicida di Marina Zuccarello, la donna di 55 anni sgozzata questa mattina nella sua casa di villeggiatura a Madonna degli Ammalati, una frazione di Misterbianco in provincia di Catania. Si tratta di Agostino Siciliano, ex fidanzato della figlia più piccola della vittima che, è entrato questa mattina nell’abitazione e al termine di una violenta lite ha sgozzato la donna con un coltello da cucina. L'uomo è stato bloccato nel Cosentino mentre rientrava a Taranto. Durante la sua fuga ha chiamato amici e parenti, che gli hanno consigliato di consegnarsi alle forze dell'ordine.

L’omicidio è avvenuto fra le 7,15 e le 8,45 e sulla porta di casa non ci sono segni di effrazione. A trovare il corpo della donna in cucina in una pozza di sangue è stato il marito Salvatore “Turi” Palazzolo. L’uomo, uscito di casa poco dopo le 7, è rientrato nella villetta intorno alle 8,45 trovando la moglie morta. E’ stato lui a dare l’allarme e a chiamare il 118 e i carabinieri. Siciliano avrebbe aggredito la madre dell'ex fidanzata dopo che la donna, durante il diverbio, gli ha intimato di stare lontano dalla figlia, che lo aveva lasciato: tra i due è nata una colluttazione finita con una coltellata alla gola sferrata dal giovane. La donna è morta dissanguata nella cucina di casa. Il coltello è rimasto sul luogo del delitto e l'uomo è subito fuggito in direzione di Messina.

I sospetti dei militari guidati dal capitano Gianmarco Messina si sono subito concentrati sull'ex fidanzato della figlia più piccola della Zuccarello, con il quale la ragazza, da qualche tempo aveva interrotto la relazione. C’era un rapporto molto stretto fra il ragazzo e la famiglia di Marina Zuccarello, al punto che il giovane aveva avuto le chiavi di casa della villetta di villeggiatura.

La giovane aveva conosciuto il ventottenne su internet e per un periodo i due avevano avuto una relazione. Diversi erano stati in passato i tentativi del ragazzo di riappacificarsi con la sua ex. Di lui si sa che ha 28 anni, che è laureato e che risiede a Taranto. I carabinieri lo stanno cercando in ogni luogo: posti di blocco sono stati predisposti in tutta la Sicilia, l’imbarco di Messina per attraversare lo stretto è presidiato e il modello della vettura è stato diramato a tutte le forze dell’ordine. Controlli serrati anche sui treni in partenza per la Sicilia e per l’Italia. Le generalità e la foto del sospettato sono state diramate anche nei maggiori aeroporti.

Per tutta la mattina i carabinieri della tenenza di Misterbianco e della compagnia Fontanarossa hanno ispezionato il luogo del delitto con l'intervento della scientifica per rilevare ogni particolare utile alle indagini. Il marito e le figlie della sono stati portati in caserma per essere sentiti dai carabinieri. Gli investigatori del Comando provinciale di Catania stanno controllando alcune delle telecamere installate nei pressi dell' abitazione alla ricerca di immagini utili per le indagini.

La coppia ha due figlie, di 27 e 26 anni, e ha una casa di villeggiatura nella frazione di Santa Maria Ammalati, dove molti abitanti del paese si trasferiscono durante il periodo estivo. Il marito, Salvatore Palazzolo, di 65 anni, lavora come bidello in una scuola. La figlia di 27 anni stamane non era nell'abitazione ma era rimasta nella casa di Misterbianco. L'altra figlia era partita per un campeggio nel Messinese ed è stata rintracciata dai carabinieri. La famiglia Palazzolo è molto conosciuta in paese e viene descritta come tranquilla. Stamattina la coppia aveva in programma una gita al mare in compagnia di amici.

Francesco Patanè
palermo.repubblica.it
30/07/2016

tags: