L'IC A. Gabelli di Misterbianco partecipa alla visita virtuale in Grecia, ultimo scambio tra gruppi di alunni del progetto Erasmus+ "Bits and Pieces of Culture"

Versione stampabileVersione stampabile

IC GabelliSi è svolto con soddisfazione, dall’1 al 5 febbraio, il quinto e ultimo scambio tra gruppi di alunni del progetto Erasmus+ KA2 Partenariati Strategici per gli Scambi tra Scuole “Bits and Pieces of Culture”, ospitato in modalità virtuale dalla scuola greca 2o Dimotiko Sxoleio Paralias (Patrasso), di cui l’IC A. Gabelli di Misterbianco è partner.

Sulla scia della positiva esperienza “sperimentale” vissuta dall’istituto misterbianchese (che lo scorso dicembre ha organizzato una visita interamente online, poi pubblicata come buona pratica sui canali di comunicazione dell’Agenzia Nazionale Erasmus+ INDIRE), le sei scuole partner del progetto hanno riformulato le attività previste per lo scambio greco, offrendo un’altra significativa occasione di crescita educativa, culturale e umana agli oltre 100 partecipanti da Grecia, Italia, Croazia, Spagna, Cipro e Polonia.

Una delegazione di 18 alunni provenienti da tutte le classi seconde della scuola secondaria di I grado dell’IC A. Gabelli, coadiuvati dalle prof.sse Licia Arcidiacono, Margherita Rizzuto e Maria Leonardi, ha partecipato con grande motivazione e interesse alle cinque giornate dedicate alla scoperta “interattiva” delle bellezze paesaggistiche, artistiche e culturali della Grecia, unite a svariate attività incentrate sul tema Painting and Photography: contest fotografico sui quattro elementi naturali; reinterpretazione di dipinti famosi per creare dei “quadri viventi”; meme e selfie artistici; creazione di poster digitali la riproduzione di opere artistiche rappresentative dei vari paesi. Questo e molto altro ha animato le video conferenze attraverso cui gli alunni hanno interagito per cinque giorni sviluppando trasversalmente competenze linguistiche, digitali e interculturali, centrando appieno gli obiettivi del progetto. Il team dell’istituto diretto dalla dott.ssa Adriana Battaglia è stato orgoglioso di rappresentare l’Italia col suo immenso patrimonio artistico, mostrando, tra i tanti, capolavori di artisti del calibro di Leonardo da Vinci, Caravaggio, Boccioni e Modigliani. Per quanto le ultime due mobilità siano state infatti private delle visite “in presenza”, spina dorsale del programma Erasmus+, d’altro canto il ricorso alle risorse del digitale è riuscito comunque a dare una spinta propulsiva alle attività del progetto, dando nuova linfa a un format rodato che, per forza di cose, a un certo punto del percorso si è dovuto reinventare per via della pandemia.

Intrapreso nel settembre 2018, il progetto Bits and Pieces of Culture ha visto partecipare attivamente oltre 400 alunni da 6 paesi europei ed è stato anche il primo partenariato strategico Erasmus+ con cui ha avuto inizio l’avventura internazionale dell’IC A. Gabelli, che giorno dopo giorno si arricchisce di nuovi importanti successi. Adesso, dopo la fase di disseminazione finale, il progetto si avvierà verso la sua conclusione, prevista ufficialmente alla fine di febbraio 2021. Cibo e festività, musica e danze, lingue e letterature, città e monumenti, dipinti e fotografia sono le macrotematiche legate al patrimonio culturale dei paesi partecipanti attorno a cui hanno preso vita le molteplici attività susseguitesi nel corso di oltre due anni di intenso e proficuo lavoro. Su di esse saranno anche costruiti sette board game virtuali, prodotti finali comuni di un progetto che ha regalato grandi soddisfazioni dal punto di vista dei risultati raggiunti dagli alunni all’interno di una dimensione europea votata al confronto, allo scambio e alla valorizzazione delle diversità interculturali tramite l’acquisizione di competenze chiave.

Prof.ssa Licia Arcidiacono

tags: