La gioia dei 40 anni della Misericordia e del Gruppo Fratres "Gabriella" di Misterbianco

Versione stampabileVersione stampabile

Misericordia e FratresMomenti comunitari toccanti e ricchi di emozioni: le due associazioni “Misericordia” e Gruppo Fratres “Gabriella” di Misterbianco hanno celebrato «con gioia, fraternità e gratitudine» i loro 40 anni di vita assieme dalla costituzione giuridica. Ormai quattro decenni intensi di volontariato totale, testimoniando e diffondendo nel tempo il valore del Dono in ogni espressione.

Dalla nascita come gruppo spontaneo di donatori volontari di sangue nel nome della piccola Gabriella, colpita da un male devastante, per la quale dalla parrocchia San Nicolò si sviluppò un’incredibile mobilitazione collettiva di generosità, un impegno che si estese al primo soccorso e trasporto con autoambulanza e all’aiuto alla vita, perché ce n’era bisogno. Una “rivoluzione” allora a Misterbianco, quel coinvolgimento crescente di tantissime persone di ogni età, condizione, formazione e appartenenza ideologica, con una significativa presenza femminile e poi anche di giovanissimi, al servizio del prossimo sofferente. Erano tempi in cui dominavano nella provincia drammatiche carenze e speculazioni in quei settori primari e vitali dell’assistenza urgente e necessaria, e c’erano da vincere egoismo, indifferenza, abbandono e rassegnazione all’esistente. E nel servizio di volontariato organizzato fu una scelta confederale cristiana aperta a tutte le persone di buona volontà, che risultò anche trainante di analoghe realtà associative preziose nell’intera regione, da anni ormai diffuse.

Da allora, una lunga storia di solidarietà fatta di tantissimi volontari e varie migliaia di vite umane soccorse e salvate con umanità e qualificazione. Ed ecco le due assemblee dei soci, l’ultima raccolta di sangue del 2021 (col superamento delle 1300 donazioni annue) e il raduno nella chiesa di San Nicolò, da cui tutto nacque, oggi guidata dal parroco Giuseppe Raciti, per una Messa - concelebrata dall’assistente spirituale regionale padre Calogero Falcone - e i successivi interventi dei presidenti delle due associazioni “sorelle”, David Papa e Katia Spadafora, il giuramento di 7 nuovi soci della Misericordia e la premiazione dei donatori Fratres con 100 e 50 donazioni all’attivo. Il tutto alla presenza di altri gruppi e associazioni, della presidente regionale Fratres Liliana Dipasquale e della consigliera nazionale Cinzia Lupo, dei dirigenti confederali Alfredo Di Stefano e Ugo Bellini, del sindaco Marco Corsaro con l’assessora Marina Virgillito e il presidente del Consiglio comunale, Lorenzo Ceglie. Fino alla torta finale in oratorio, con tante foto ricordo, in un’atmosfera di entusiasmo e bellezza, con l’orgoglioso rinnovarsi di un impegno vitale sul territorio destinato a non morire.

Roberto Fatuzzo
La Sicilia
29/12/2021

tags: