Botti illegali tra carta, plastica e stufe

Versione stampabileVersione stampabile

Sequestro finanza - MisterbiancoMisterbianco. Maxi sequestro di materiale esplodente, denunciata una commerciante cinese.

La Guardia di finanza di Catania hanno sequestrato, in un’attività commerciale nella zona industriale di Misterbianco, oltre 110mila articoli pari ad oltre una tonnellata e chili di artifizi pirotecnici pronti per essere immessi nel mercato.

Alle porte del Natale, nell’ottica di garantire tutela e sicurezza ai cittadini, le Fiamme gialle hanno realizzato un mirato intervento che ha permesso di sottrarre dal mercato un imponente quantitativo di artifizi pirotecnici illegalmente stoccati.

Particolare preoccupazione l’ha destata il rinvenimento di numerosi esplodenti, esposti tranquillamente all’interno dell’attività commerciale, stoccati promiscuamente ai più disparati materiali che nulla hanno a che vedere con i termini “ignifugo” e “sicuro”.

Le potenziali fonti d’innesco come rotoloni di carta, o i più disparati materiali plastici e per ultimo, ma non per importanza, delle stufe elettriche erano disseminate in ogni parte del capannone pronte ad attivare la micidiale potenza esplosiva.

L’intervento dei finanzieri si è concluso con il sequestro di 1.246 kg circa di artifizi e con la contestuale denuncia di una cittadina cinese per detenzione illecita di materiale esplodente.

lasiciliaweb.it
23/12/2020

tags: