All'hub del "Mandela" di Misterbianco, ben oltre 400 vaccinazioni al giorno, ed è "boom" di giovani

Versione stampabileVersione stampabile

MandelaIn una Sicilia oggi prima per contagi e ultima per vaccinazioni, presso l’hub del “Nelson Mandela” (operativo dal 18 maggio) è in atto un eccellente lavoro corale, che registra significativamente il pieno gradimento e la soddisfazione generale dei cittadini.

Una struttura molto accogliente e funzionale, grazie all’equipe sanitaria e amministrativa dell’Asp e alla preziosa collaborazione dei volontari delle associazioni che si susseguono nell’assistenza. Comprensibilmente soddisfatto il responsabile sanitario del centro, dott. Giuseppe Grasso: «Il nostro intero circuito si percorre in circa mezz’ora anche nei momenti di punta. Entrati a regime dalla fine di maggio, dal 4 giugno abbiamo incrementato il volume di vaccini somministrati fino a superare quota 500. In questi giorni le vaccinazioni si sono attestate ben oltre l’obiettivo giornaliero di 400 inizialmente previsto. In questo primo periodo, abbiamo visto una variazione del tipo di pubblico: dagli anziani della prima fase ai diplomandi, per passare ora ai più giovani che stanno dimostrando grande entusiasmo, con un’età media dei vaccinandi intorno ai 20 anni.

Anche il tipo di vaccini somministrati ha seguito una variazione: dopo una prima fase in cui si somministravano tutti i vaccini disponibili, la fase attuale vede l’utilizzo quasi esclusivo del Comirnaty di Pfizer, il più adatto per la fascia di utenti che ci visita oggi. Esprimo grande soddisfazione per l’efficiente operatività dell’Hub, ottenuta grazie al forte impegno di tutti i collaboratori e al pubblico che risponde con entusiasmo, trasmettendolo ai nostri operatori, e ci gratifica con encomi per il trattamento ricevuto».

Roberto Fatuzzo
La Sicilia
16/06/2021

tags: