Un Carnevale con novità di rilievo, alla ricerca del salto di qualità

Versione stampabileVersione stampabile

Carnevale di Misterbianco 2018Varie novità per il Carnevale di Misterbianco, emerse dopo un incontro al Comune con le sei Associazioni ammesse alle tre sfilate in programma. Dopo l’approvazione del nuovo Regolamento dal Consiglio comunale, e il significativo inserimento ricevuto tra i “Carnevali storici d’Italia” (ora oggetto di attenzioni ministeriali con la nuova “legge sullo spettacolo”), arrivano innovazioni organizzative nell’intento di migliorare la qualità e la fruibilità complessiva della più importante manifestazione cittadina. «Con una struttura più seria, completa e precisa», dice l’assessore Stefano Santagati, coordinatore dell’evento-clou per un Comune che sembra “sentire” e voler curare più che mai il suo evento-principe.

Anzitutto, tempi e modalità dettati nel doveroso rispetto delle esigenze dei visitatori esterni. Un avvio puntuale, diverso e più breve il percorso dei “costumi più belli di Sicilia”, con partenza stavolta dal Poggio Croce; tempi rigorosamente contingentati per i gruppi di figuranti, con punti di rilevamento e “tabelle di controllo” lungo il percorso stesso ed eventuali penalità nel caso di trasgressioni. Alla luce delle ultime esperienze, si fa di tutto per evitare lungaggini e “abusi” penalizzanti per tutti. E le Associazioni hanno ribadito la propria disponibilità per un fine comune. Previste le riprese televisive in diretta anche per la sfilata conclusiva del martedì. Potenziato il servizio di bus navetta, agevolato con un percorso rapido con 6 automezzi dal parcheggio di Auchan al capolinea in piazza Indipendenza.

Nel frattempo, mentre nei “capannoni” delle Associazioni (e in molte case, sartorie e sale) si procede febbrilmente a completare i dettagli finali negli abiti, nelle lavorazioni artigianali e nelle coreografie, si delinea il programma definitivo, con le scuole impegnatissime per il festoso “Carnevale dei ragazzi” del giovedì mattina, e gli eventi collaterali, tra cui le visite guidate ai luoghi-simbolo della città e un’importante Mostra personale di un artista performer “straordinario” come il catanese Edoardo Puglisi. Tra le novità, anche la sfilata-concorso con gli amici a quattro zampe in costume “Cane...vale” di giovedì pomeriggio nel centro storico.

Insomma, si lavora a un “salto di qualità” complessivo che proietti il Carnevale misterbianchese (nel frattempo significativamente “sbarcato” con efficaci promozioni all’aeroporto di Catania) verso migliori prospettive. Anche con l’auspicabile sostegno della Regione, chiamata a saper “vendere” questi eventi oltre i propri confini.

Roberto Fatuzzo
La Sicilia
28/01/2018

tags: