#Sorella io ti credo! Solidarietà alle vittime del processo Piero Capuana/12 Apostoli

Versione stampabileVersione stampabile

12 Apostoli“Consapevoli di essere immerse nella cultura egemone dello stupro, vogliamo non far sentire sole, colpevoli e colpevolizzate chi ha avuto la forza di dire quello che subisce: noi crediamo alle ragazze che hanno trovato la forza di parlare, di denunciare e restiamo accanto alle famiglie che si ritrovano ad essere continuamente accusate di speculazione economica sulla pelle delle loro stesse figlie.

Le associazioni Penelope coordinamento solidarietà sociale onlus, il Centro antiviolenza Galatea, l'Associazione Thamaia onlus, il Telefono Rosa Bronte, l'Associazione La Città Felice che si sono costituite parti civili nel processo contro Pietro Capuana e le altre, accusati di associazione a delinquere per il perseguimento di abusi sessuali verso minorenni, insieme alle associazioni U.D.I. CT, Iniziativa Femminista, Femministorie CT, Arci CT, la rete antiviolenza La Ragna-Tela, continuiamo a sostenere, a seguire il processo e a supportare le famiglie delle vittime:
SORELLE NOI VI CREDIAMO!

Cosa ci chiedono queste donne?
Non solo vicinanza e solidarietà teorica, ma una fattiva vicinanza fisica verso chi ha continuato a subire anche la sottrazione dello spazio di libertà nelle comunità territoriali interessate dai fatti oggetto della denuncia, che sono diventati spazi di ostracismo ed esclusione da cui le famiglie sono dovute fuggire con veri e propri cambi di residenza, costrette a subire una vera rivittimizzazione secondaria oltre l’essere già parte offesa nel processo.

Rifiutiamo l'ennesimo tentativo della cultura patriarcale di ri/cacciare le donne negli spazi privati delle loro case, rifiutiamo la sottrazione degli spazi pubblici, con grandi lotte le donne hanno conquistato il diritto di essere cittadine della polis, non ci fanno paura questi tentativi patetici, antistorici e insulsi di un patriarcato sconfitto dal coraggio delle donne che hanno saputo e voluto ribellarsi allo sfruttamento dei loro corpi.
Vinceremo perché siamo dalla parte della libertà, della giustizia, dell'amore, quello vero.

Associazioni Femministe

tags: