Proclamazione del vice presidente de Consiglio Comunale

Versione stampabileVersione stampabile

Proclamazione del consigliere Giambattista Giaccone dell’Udc alla carica di vice presidente del civico consesso. I consiglieri di minoranza non mancavano di sottolineare come nella maggioranza erano iniziati i problemi di divisione interna ...

Una elezione sul filo di lana quella che ha visto la
proclamazione del consigliere Giambattista Giaccone dell’Udc alla carica
di vice presidente del civico consesso.
La scorsa settimana dopo l’elezione a pieni voti di Santapaola alla presidenza,
le forze di maggioranza avevano rinviato la seduta nell’intento di trovare
un accordo per il vice, che in questi giorni non sono riusciti a raggiungere.
L’Udc, Nuova Sicilia e Insieme per Misterbianco, come da accordi precedenti
sostenevano la candidatura di Giaccone, mentre Fi rivendicava l’elezione
di un proprio uomo, individuato nel consigliere Carmelo Caruso, con il sostegno
di An.
Dai banchi della minoranza il candidato proposto era Marco Luca, che ha ottenuto
dieci voti, uno in meno della compagine di appartenenza. Il consiglio eleggeva
così Giaccone con undici voti, mentre Carmelo Caruso di Fi si fermava
a sette e due risultavano le schede bianche, segno che nella maggioranza
qualcosa non ha funzionato. Un segnale che è risultato più
evidente quando il consigliere Guarnaccia di Fi ha accusato di “scorrettezza”
i colleghi dell’Udc per non aver aderito ad un accordo provinciale, che dall’Udc
dicono di non conoscere, mentre di altro tenore, anche se critico, è
stato l’intervento di Piero Finocchiaro di An. Dalla minoranza i consiglieri
Santo Bonanno per i Ds e Antonio Biuso per il Movimento volontari, augurando
buon lavoro al neo vice presidente Giaccone, non mancavano di sottolineare
come nella maggioranza erano iniziati i problemi di divisione interna, che
nulla di buono fanno intravedere per gli impegni futuri che attendono la
comunità.
Per l’Udc replicava il capo gruppo Pippo Reina che salutava l’elezione di
Giaccone come un risultato democratico che lasciava fuori dalla porta qualunque
imposizione.
La seduta si è conclusa con una contestazione della minoranza, circa
la proclamazione di Giaccone alla carica di vice presidente con una maggioranza
semplice anziché qualificata, come previsto per l’elezione del presidente.
La contestazione è stata poi chiarita dal segretario generale, dott.
Vincenzo Di Stefano, che ha dato lettura della circolare esplicativa della
legge regionale che non prevede maggioranze qualificate per l’elezione del
vice.
Il consigliere Biuso si è riservato di presentare un ricorso dopo
aver esaminato la legislazione in merito. Il consiglio ritornerà a
riunirsi la prossima settimana per l’elezione delle commissioni consiliari.

Carmelo Santonocito (La Sicilia - 21/07/2002)

tags: 

Commenti

Re: Proclamazione del vice presidente de Consiglio Comunale

"la classe operaia va in paradiso" e Titta Giaccone è stato eletto vice presidente del Consiglio Comunale.Speravamo in Riina o Reina dopo che hanno eletto Santapaola Presidente ma pazienza.Sarà per la prossima volta. F.to Federico Bobini

Pagine