Parte dalle periferie la "corsa solidale" per una festa di tutti

Versione stampabileVersione stampabile

Corsa solidaleUna “festa di tutti”, per «tirar fuori il meglio di Misterbianco». L’appuntamento è fissato per domenica 3 giugno alle 10 a piazza Teresa di Calcutta a Lineri, con la scelta delle frazioni per il percorso - di circa 4 km e in via di definizione - della prima edizione della “corsa solidale” non competitiva.

L’ispirazione è esplicita: la “CorriCatania”, quale è diventata negli anni. Una festa di sport e salute, di aggregazione e socialità, di volontariato e solidarietà, di promozione di un sano stile di vita nella mobilità sostenibile e nella riappropriazione gioiosa e collettiva di spazi pubblici. Questo il fine comune dell’evento “Misterbianco corre per…” che mette assieme – con un’adesione massiccia e convinta - realtà diverse, senza protagonismi, con una coralità impressionante emersa significativamente già dalla presentazione “plurale” in conferenza stampa alla “Casa della Musica”.

Un’idea nata in sede di progetti per il bilancio partecipativo del Comune ed ora proseguita con l’ambizione di “istituzionalizzarla”, farla diventare un evento stabile nel tempo e “crescere” sul territorio con partecipazione e sensibilità. Nella collaborazione vincente tra istituzioni, cittadini, associazionismo e volontariato, ecco già il prodigarsi nell’organizzazione anche del Comune di Misterbianco attraverso il vicesindaco, i delegati allo sport, all’associazionismo e al volontariato, la presidente del Consiglio, assessori consiglieri e funzionari, la 3^ Commissione consiliare, la Consulta dello Sport; e le Associazioni Le Aquile, Arci Makeba, Asd Atletica Misterbianco, Attiva Misterbianco, Fratres, Misericordia, Rotary Eclub, Rotary Misterbianco e Uciim ed altre da aggregare; Misterbianco Channel Tv, oltre alle scuole cittadine (presenti alcune dirigenti scolastiche) e vari sponsor attivatisi e da incrementare, per una manifestazione quasi “a costo zero” per il Comune ma che deve pur usufruire dei necessari supporti promozionali, logistici e strumentali per "decollare" al meglio come merita, anche con possibili eventi collaterali.

E una trasparente raccolta di fondi – attraverso i soli 3 euro di iscrizione - per le iniziative di solidarietà da realizzare, per quest’anno in favore degli oratori parrocchiali delle frazioni. Una realtà propositiva, una sfida entusiasmante a fare “rete” in sinergia tra realtà differenti ma felici di sposare uno scopo sociale comune. Con la scelta iniziale di partire dal “riscatto” delle periferie, che finora hanno vissuto in modo marginale i grandi eventi di Misterbianco. Dai suoi intenti, la “corsa solidale” è già un successo.

Roberto Fatuzzo
La Sicilia
20/04/2018

tags: