Nessun uomo è un'isola. Ovvero la dignità e la moralità non sono un'opinione!

Versione stampabileVersione stampabile

PrimarieNon è tempo di proclami. Di slogan. Di interviste. E di intrecci. E’ tempo di scegliere. E’ tempo di combattere e d’agire. Un tempo era in voga anche a Misterbianco, la designazione del candidato sindaco con il metodo democratico delle primarie.

Anzi proprio su questo tema è naufragato l’accordo PD-Di Guardo, nelle elezioni amministrative del 2012. E allora nacque la candidatura di bandiera di Massimo La Piana. Adesso, mentre anche a Roma i candidati vengono scelti con le primarie, a Misterbianco tale metodo è scomparso dall’agenda politica dei pseudo dirigenti locali del PD. Ne prendiamo atto. Lo ripetiamo, la recente sentenza della terza sezione del Tribunale Civile di Catania, conferma in toto l’impianto accusatorio dello scioglimento per mafia del Comune di Misterbianco. Perché? E perché ha dichiarato “incandidabile” il numero due, il vicesindaco della giunta Di Guardo! Più di così e più chiaro di così, cosa avrebbero dovuto dire i giudici del tribunale!? Ma c’è di più! Il sindaco, come capo dell’amministrazione, è “responsabile in solido” con tutti i membri della sua giunta. Nessun uomo è un’isola. E men che meno un sindaco. E se (putacaso) un papa ha una parente “poco di buono”, la parentela non toccherà di certo l’aspetto teologico e pastorale della Chiesa, ma sicuramente toccherà l’aspetto etico, morale, comportamentale del papa. E un papa, come Cesare, e sua moglie, come un sindaco, devono essere al di sopra di ogni sospetto. Al di sopra di ogni Santa-Spina! Capito mi hai? Chiaro il concetto?

E, ahimè, la sorte di parenti “poco di buono”, negli anni passati, hanno coinvolto politici di rango, dall’on. Attilio Piccioni (padre di Piero), all’on. Carlo Donat-Cattin (padre di Marco), e a molti altri personaggi pubblici. Con una sola semplice conseguenza, purtroppo per loro: le dimissioni e la fine della loro gloriosa carriera pubblica. E se una Ferrari viene rubata, ma vince il Campionato del Mondo di Formula Uno, sempre una macchina rubata è! O No!? E se Misterbianco raggiunge il 65 % di raccolta differenziata, ma viene sciolto per mafia, sempre un Comune sciolto per mafia è! Punto! O no!? Verrà il giorno e sorgerà una nuova alba sui cieli incontaminati di Misterbianco. Cieli nuovi e uomini migliori per la storia della nostra amata città. Coraggio Misterbianco. Coraggio sempre!

Angelo Battiato

tags: