Misterbianco senza consultorio familiare, Marco Corsaro: «Grave lacuna da colmare al più presto»

Versione stampabileVersione stampabile

Marco CorsaroSecondo l’ex vicesindaco, il servizio potrebbe essere ospitato nel centro polifunzionale di Lineri.

(31/1/2017) Il Comune di Misterbianco si trova sprovvisto da qualche tempo di un consultorio familiare. Carenza grave per uno dei centri più popolosi del Catanese, cui secondo il gruppo politico Guardiamo Avanti, rappresentato dai consiglieri Marco Corsaro e Rossella Zanghì, occorre rimediare al più presto. «Già da parecchio tempo le famiglie non possono più contare su un sostengo così prezioso, mentre la legge ne prevede uno ogni 20 mila abitanti – spiega Corsaro, già vicesindaco ed assessore ai servizi sociali – I cittadini non possono più aspettare e per questo abbiamo chiesto formalmente all’amministrazione Di Guardo di attivarsi».

Ripristinando un consultorio familiare a Misterbianco, secondo i consiglieri di Guardiamo Avanti, si tornerebbero ad erogare su di un territorio ampio fino a Motta Sant’Anastasia circa 5000 prestazioni l’anno per oltre 2000 utenti: «Oggi più che mai c’è bisogno di fornire assistenza e competenze multidisciplinari – dal campo ginecologico a quello psicologico - a fasce diversificate della popolazione».

Nel documento inviato a primo cittadino ed assessori, Corsaro e Zanghì avanzano una proposta che potrebbe già da subito risolvere il problema: «Il Comune dovrebbe mettere a disposizione dell’amministrazione sanitaria i locali, al momento sottoutilizzati, del centro polifunzionale di Lineri, colmando così una lacuna pesante per Misterbianco e dando, inoltre, quelle risposte tanto legittimamente reclamate dagli abitanti delle frazioni in termini di servizi».

Ninni Anzalone

tags: