Misterbianco inglobata nella città Metropolitana di Catania, o associata ad altri comuni nei liberi consorzi. Parliamone

Versione stampabileVersione stampabile

Marcello RussoLeggo in tantissimi articoli ( solo a Misterbianco non se ne parla) sulle città metropolitane; conviene non conviene è giusto farne parte ? quale futuro quali prospettive per la nostra città?

La città metropolitane commentano molti sindaci è un'idea di compartecipazione ai problemi di governo di un'area più vasta. Servono idee e contenuti per la costruzione di questa dimensione nuova». «La città metropolitana non è la provincia chiamata con un altro nome – sottolineano numerose figure politiche, ha altre funzioni e competenze. A partire, ad esempio, dalla pianificazione strategica che darà un senso, un indirizzo a quello che il territorio vuole fare».
Ma a essere sfuggenti e a lasciare perplessi sono proprio i contenuti. «Bisogna avere un'idea di città da perseguire, un progetto di base altrimenti la nuova istituzione resta solo un meraviglioso origami. La città metropolitana, insomma, deve servire alla città e non alle architetture politiche.

Come molti sanno il Sindaco Di Guardo inizialmente era contrario alla città metropolitana, ma poi successivamente ( come affermato dallo stesso in consiglio comunale) si è ricreduto ed ha dichiarato di essere favorevole, “ il futuro di Misterbianco è all’interno della città metropolitana”. Io mi domando quali sono i motivi perchè Misterbianco ne dovrebbe fare parte ? quali sono gli aspetti positivi e gli aspetti negativi del suo inglobamento? Cosa racchiude il contenitore delle città metropolitane? Penso che i cittadini vorrebbero e dovrebbero sapere questo. Alla luce delle ultime votazioni avvenute il 25 maggio c.a, il Movimento 5 stelle risulta essere (ancora) il primo partito di questo paese e il PD il secondo e Forza Italia il terzo. Chiedo quindi a queste forze politiche ai loro rappresentanti sul territorio, cosa ne pensano delle città metropolitane . Sono favorevoli ? Condividono il pensiero del primo cittadino ? Oppure ritengono (come me), che Misterbianco non debba diventare il più grosso quartiere della città di Catania. E i cittadini Misterbianchesi? Quale è il loro parere.

Penso che sia arrivato il momento che si inizi a riflettere sul futuro di questa città, perché allo stato attuale , che sia chiaro a tutti i cittadini , Misterbianco è a tutti gli effetti dentro la città metropolitana di Catania. Il consiglio comunale ha facoltà entro settembre di votare l’uscita del comune di Misterbianco dalla città metropolitana, la cui votazione positiva porterebbe ad un referendum popolare ( così come previsto dalla legge) confermativo della volontà espressa dai consiglieri.

Consigliere Comunale
Dott. Marcello Russo

tags: 

Commenti

Dott. Marcello Russo non

Dott. Marcello Russo non crede che la cittadinanza debba essere coinvolta in questa decisione, dopo essere stata informata adeguatamente? In caso di uscita poi a quanto ne so, il referendum sara' indetto solo se si decide di formare un nuovo consorzio di Comuni, mentre se si decide di entrare in qualche altro preesistente il referendum non avra' luogo. La mia opinione e' che si e' fatta una scelta senza informare i cittadini se non con quella conferenza di qualche mese fa che ovviamente essendo caratterizzata da connotati politici ben chiari, e' stata disertata da tutti, ma almeno c'hanno provato. Da parte del Sindaco e di tutti voi Consiglieri non c'e' stata nessuna informazione a tal riguardo e temo che ormai sia troppo tardi.

Disponibile per qualunque iniziativa volta ad informare adeguatamente i cittadini, le faro' sapere la decisione del gruppo a tal riguardo

Salvatore Di Martino

Pagine