Mercatone Uno di Misterbianco, i sindacati: "Incertezza per i 102 lavoratori"

Versione stampabileVersione stampabile

Mercatone UnoIl punto vendita di Mercato Uno di Misterbianco è tra i 13 acquisiti dalla Cosmo Spa, azienda della grande distribuzione tessile. Lo rendono noto i sindacati affermando che «si apre una fase di incertezza e preoccupazione per i 102 lavoratori», perché «dovrebbero essere soltanto 15 i dipendenti che saranno riassorbiti».

In una nota congiunta, le segreterie provinciali di Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltucs Uil e Ugl Terziario di Catania, si dicono «profondamente preoccupati e sconcertati da questa aggiudicazione che prevede da parte dell’accordo commerciale tra Ex Mercatone Uno e Cosmo più dell’85% di licenziamenti» e per "la proposta oscena di tagliare 87 lavoratori del punto vendita storico catanese, prevedendo un baratro sociale di enormi proporzioni». Per i sindacati la proposta «non può diventare definitiva poiché oltre il massacro occupazionale che ne deriverebbe, i pochi prescelti alla continuità subirebbero un taglio significativo all’orario di lavoro e a diritti acquisiti negli anni».

Oltre ad aver già proclamato lo stato di agitazione del punto vendita di Misterbianco, i sindacati di categoria catanesi e i 102 tra lavoratrici e lavoratori coinvolti, stanno già valutando le azioni da intraprendere per risolvere la «vertenza nata da un fallimento gestionale ed amministrativo che non può essere pagato dai lavoratori» e invitano " la Regione e il Comune ad avere un sussulto di dignità».

catania.gds.it
26/05/2018

tags: