La Giara alla Leonardo da Vinci

Versione stampabileVersione stampabile

Un gruppo di ragazzi di terza media ha
realizzato la drammatizzazione della celebre novella pirandelliana. Con
successo.
Eccone il resoconto, a cura di Pina Santonocito, insegnante di Lingue.

QUATTRO PASSI NEL
‘900

Martedì
scorso(14 giugno) nel cortile dell’I.C.”Leonardo da Vinci” ha esordito la
prima della divertente commedia di L. Pirandello “La Giara”interpretata da
ragazzi di 2°e 3° media. I neo attori hanno dalle prime battute dimostrato
disinvoltura nell’azione scenica e competenza espressiva nella
drammatizzazione.
La bellezza del dialetto scandita nella cadenza agrigentina,
la ricchezza della scenografia e dei costumi che permettevano un salto
temporaneo nel primo Novecento, hanno evidenziato lo spessore di impegno di
ragazzi e professori che hanno fornito una prova eccellente in campo teatrale.
Il laboratorio di drammatizzazione teatrale “La Giara”, infatti, si
innestava nell’ampio progetto quadrimestrale IL NOVECENTO che ha visto
coinvolte tutte le terze medie nell’approfondimento sistematico di tematiche
letterarie, scientifiche, artistiche e musicali. Esperti esterni hanno seguito
il cammino di 50 ragazzi che hanno ampliato gli orizzonti culturali nel
contraddittorio panorama sociale, politico e culturale del ‘900 fermandosi a
riflettere sulle problematiche della biogenetica, della globalizzazione e del
linguaggio artistico-musicale di quel secolo Il laboratorio, di pregnanza
prettamente culturale, ha suscitato l’interesse dei ragazzi che hanno
intrattenuto gli esperti esterni con domande e riflessioni sugli argomenti
trattati: di successo, fra l’altro, è stata la tematica sul femminismo che ha
colto la fisionomia della donna siciliana da Tomasi da Lampedusa a Camilleri
soffermandosi anche sul rapporto donna e mafia; tutto questo ha prodotto per
venti ragazzi la realizzazione di vari cd nel linguaggio del powerpoint
diversificati per interesse che hanno sintetizzato un itinerario interculturale
l’esperienza del laboratorio; il CD sarà proiettato in seduta di esame e
permetterà il colloquio interdisciplinare degli alunni che hanno seguito il
laboratorio.
Un altro gruppo di ragazzi, come abbiamo già detto, ha
approfondito il caso Pirandello culminato nella drammatizzazione di una sua
novella. Durante la manifestazione coadiuvata dalla presenza di giornalisti, del
sindaco, degli assessori di Misterbianco si è svolta la commovente
manifestazione della consegna della bandiera italiana alla scuola e la
premiazione di un alunno dell’Istituto che ha vinto il 1° premio del concorso
“Io vivo il trofeo” indetto dal comune per un logo del prossimo trofeo Maria
SS. Degli Ammalati.


tags: