Immigrazione, la società sia più aperta

Versione stampabileVersione stampabile

Attiva Misterbianco“Mediterraneo, Europa” è il tema dell’incontro promosso da “Attiva Misterbianco” allo Stabilimento Monaco. All’indomani del noto “decreto Salvini”, uno spazio pubblico di riflessione e confronto su alcune grandi questioni del nostro tempo, che dividono la società italiana: l'immigrazione, l'accoglienza, la solidarietà, i diritti dei più deboli, le responsabilità dell'Europa, le politiche nazionali.

«Crediamo che il dibattito su questioni così complesse – affermano i promotori - non possa risolversi nello scambio di tweet sui social network. Abbiamo una visione dell’Unione Europea basata sulla solidarietà, sui diritti, sul lavoro e l’integrazione, termini-cardine e argomenti cruciali per il nostro tempo ma sacrificati nella discussione politica pubblica ridotta a “tifoserie”, a fronte di una “campagna” quotidiana di odio e intolleranza che porta alla violenza. Per questo abbiamo ospitato testimonianze di impegno nella costruzione di una società più aperta, inclusiva, solidale, consapevoli dell’inadeguatezza dell’Europa attuale».

Coordinato da Massimo La Piana e Anna Bonforte, un tavolo di relatori qualificati. Elly Schlein, giovane parlamentare europea, “deputata dell’anno 2017” sui temi dello sviluppo, relatrice in Commissione a Strasburgo sulla riforma del III° Regolamento di Dublino, approvata con una votazione “storica”. Alfio Mannino, segretario generale della Flai Cgil Sicilia, produttore e protagonista del docufilm "Terranera", che ha acceso i riflettori sullo sfruttamento della manodopera nelle campagne siciliane e sul caporalato. Paola Ottaviano, avvocata penalista, impegnata su più fronti e referente per l'Associazione "Borderline Sicilia", nata con lo scopo di promuovere un percorso di memoria attiva e sensibilizzazione sulle tematiche legate all'immigrazione. Gabriele Spina, psicologo, del Consorzio di cooperative sociali "Il Nodo", in rappresentanza degli enti gestori degli “Sprar” di Acireale e Catania nell'accoglienza di migranti e minori non accompagnati. E Ilario Ammendolia, già sindaco di Caulonia nella Locride, autore di diversi saggi sulla sua terra, intellettuale storico calabrese, direttore editoriale del giornale on line "La Riviera". Un’iniziativa qualificata e coraggiosa, per poter piantare un seme utile.

Roberto Fatuzzo
La Sicilia
27/09/2018

tags: