Il popolo delle sciare: Divisi

Versione stampabileVersione stampabile

Frazioni in MovimentoGentili lettori, in questo numero del nostro bollettino interno, Il Popolo delle Sciare, parleremo di un'Italia che non c'è più, di un popolo diviso. Il nostro Paese si sta dividendo, non con le carnascialate di Pontida, ma con uno sgretolamento lento e complesso e con poco rumore. Il nord potrebbe lasciarci, non con una rivoluzione - almeno come la conosciamo - ma delocalizzando produzioni, fabbriche, interesse politico e smettendo di pagare le tasse, o scegliendo di collegarsi solo a quell'Europa che è la vera dimensione delle sue aspettative, contro il resto mediterraneo del Paese che funge più da palla al piede che altro. Un'Italia senza il Nord è un'Italia che perde la sua funzione, la sua missione, la sua presenza internazionale. E' un Paese senza identità, senza scopo. La Lega nord è diventata la vera forza motrice di questa disgregazione, mentre Berlusconi e il PDL ne rappresentano lo strumento operante. O ce ne accorgiamo subito, o ci ritroviamo fuori dal mondo. Poveri “Fratelli d’Italia” e povero Mameli, se mettiamo in fila gli episodi più recenti, come: Niente professori del Sud nelle scuole del nord. Basta con l’inno di Mameli, d’ora in poi per inaugurare l’anno scolastico (vedi Zaia) o per i raduni di Pontida cantiamo il “Va’ pensiero sull’ali dorate” . Viva il Paraguay, che ai mondiali di calcio ha inflitto il primo goal agli azzurri. E poi la contestata celebrazione dei 150 anni dell’Unità d’Italia. Dopo Roma capitale facciamo quella del Nord. Infine la richiesta di trasferire alcuni ministeri chiave a Milano, a Torino, a Venezia, Bologna, che completa un disegno perverso, quello di dividere finalmente il paese in due, lasciando naufragare il Sud con il federalismo fiscale. E c’è, come classica ciliegina sulla torta, un cartello innalzato a Pontida dai “fratelli scalmanati”, come li chiama affettuosamente Bossi, che recita: “Non vogliamo morire italiani”. Sì, italiani con la gi. Parole inaudite, abominevoli, che non possono suscitare soltanto un sorriso.


leggilo
Misterbianco
scarica i bollettini dei mesi passati


a cura di Frazioni in Movimento
Via Lenin n° 73 -Lineri - Misterbianco
info: frazioniinmovimento@hotmail.it

tags: