I campi Milicia sono realtà

Versione stampabileVersione stampabile

Saranno inaugurati questo pomeriggio i campetti polivalenti in contrada Milizia nella zona «cuscinetto» tra il centro urbano e la zona commerciale. Una struttura sportiva all'aperto, l'unica funzionante all'interno del centro storico, di cui la prima volta si iniziò a parlare sul finire degli anni settanta proprio per dare sfogo

Saranno inaugurati questo pomeriggio i campetti polivalenti in contrada Milizia nella zona «cuscinetto» tra il centro urbano e la zona commerciale. Una struttura sportiva all'aperto, l'unica funzionante all'interno del centro storico, di cui la prima volta si iniziò a parlare sul finire degli anni settanta proprio per dare sfogo alla richiesta di attrezzature sportive nel centro storico. Negli oltre quattromila metri quadri all'aperto proprio a ridosso delle ultime abitazioni dell'antico quartiere "Manganeddi", sono stati realizzati due campi di calcetto con il manto in erba sintetica, uno di pallacanestro, una pista di pattinaggio ed un edificio destinato a servizi. Una struttura polifunzionale che sarà al servizio delle associazioni sportive e dei giovani ma che potrà essere utilizzata anche dagli alunni del prospicente istituto comprensivo Pitagora.
Una storia lunga oltre un quarto di secolo quella dell'impianto sportivo della Milizia, che nella prima fase aveva ottenuto anche un finanziamento della Regione per la realizzazione della struttura, poi andato perduto a seguito delle lungaggini burocratiche. Il progetto ripreso dalla precedente amministrazione fu inserito tra le opere prioritarie all'interno del Piano triennale delle opere pubbliche votato dal consiglio comunale nel 2000, dal momento che l'area su cui doveva sorgere l'impianto sportivo era stata acquistata dal Comune nel 1998.
Riconfermato nel Piano regolatore generale il vincolo urbanistico previsto dal programma di fabbricazione, la precedente amministrazione Di Guardo procedette all'aggiornamento del progetto ed il consiglio comunale autorizzò l'accensione del mutuo agevolato con l'istituto per il credito sportivo per un miliardo e mezzo delle vecchie lire, avviando così i lavori alla fine del 2001.
"Fino a quando non sarà ultimato l'impianto sportivo nella zona Toscano, per il quale stiamo procedendo ad indire la gara d'appalto - ha detto il sindaco Ninella Caruso - la struttura di contrada Milicia sarà l'unica area sportiva esistente nel centro urbano a disposizione dei giovani che fungerà anche come stimolo di aggregazione sociale in un quartiere per tanto tempo dimenticato e che solo da pochi mesi ospita interventi pubblici di una certa consistenza".
Per la cerimonia d'inaugurazione, oltre al classico taglio del nastro augurale, è previsto l'avvio di un torneo di calcetto interparrocchiale che avrà inizio questa sera con la partecipazione delle squadre delle sette parrocchie presenti sul territorio. "Una iniziativa sportiva e sociale - ha esordito l'assessore allo Sport Serafino Privitera - che ha come slogan "Adottiamo un bambino" in quanto organizzato in collaborazione con l'Associazione volontari del servizio internazionale che si occupa dell'adozione a distanza dei bambini che vivono nelle aree disagiate. Inoltre - ha concluso l'assessore Privitera - questo nuovo complesso servirà ad alleviare la "fame" di strutture sportive esistente nel centro storico di cui i giovani sentono il bisogno." La struttura sportiva potrà funzionare anche di sera essendo attrezzata dell'impianto d'illuminazione dei campi gioco.

La Sicilia - 8/1/2003
Carmelo Santonocito

tags: