Grazie, Misterbianco

Versione stampabileVersione stampabile

Vito Arena dice grazie per essere stato invitato a partecipare alla presentazione ufficiale della nascita della Fondazione Monasterium Album, insieme alle massime Autorità cittadine, fra le quali don Giovanni Condorelli, parroco della Chiesa Madre e Presidente della Fondazione, il Sindaco Di Guardo e l’assessore Bruno.

E’ stata una cerimonia solenne, importante e intensa per i forti contenuti umani e i riferimenti alle tradizioni civiche e di storia patria. Una pietra miliare per il progresso sociale e culturale di Misterbianco: è questa, infatti, la finalità prima della Fondazione; da qui potranno nascere nuove e continue sorgenti verso la Fede, una vita sana per i giovani e le famiglie, possibilità di lavoro, creazioni di eventi culturali, studi e ricerche su tradizioni e arte, scambi di iniziative e integrazioni etnico-sociali  e artistiche con Enti simili, nazionali e internazionali. E’ quanto hanno affermato nei loro appassionati interventi il Parroco Condorelli, con la sua relazione iniziale, il Sindaco Di Guardo e l’Assessore Bruno, visibilmente presi dall’atmosfera in sala e commossi dal significato dell’iniziativa, per la quale, ha detto il Sindaco: L’Amministrazione c’è e ci sarà sempre per essa.

Essere presente alla cerimonia mi ha fatto sentire fiero di essere Misterbianchese, e mi ha anche procurato una gioia immensa perché mi ha permesso di rivedere un gran numero di vecchi amici, con i quali ci siamo scambiati magari poche frasi e pochi momenti insieme, ma il rivederci soltanto già ci ha riempito gli occhi e il cuore di felicità; dopo appena un giorno sono diventati bei ricordi  anche questi brevi e pochi momenti! Non potrei citare tutti questi amici, ma voglio dire grazie, per l’onore e l’affetto che mi hanno dato, a don Giovannino Condorelli, a Nino Di Guardo, ad Angelo Zuccarello e Mimmo Santonocito, al quale soprattutto è dovuto senza dubbio il riconoscimento di tutti se si parla oggi di (nell’ordine): Scavi del Campanarazzu, prima, e Fondazione Monasterium Album, di conseguenza.

Personalmente, sono molto contento che le mie due composizioni sinfoniche Campanarazzu e Santa Maria delle Grazie abbiano avuto la giusta e dovuta collocazione nelle immagini del video sugli scavi del Campanarazzu, girato magistralmente dal prof. Angelo Zuccarello, a cura della Fondazione, perché ricordo ancora una volta che sono nate e dedicate solo all’antica e alla moderna Chiesa Madre di Misterbianco, le due amate Chiese della nostra cristiana Comunità. Ritengo utile ricordare l’auspicio dell’Assessore Bruno, espresso nella cerimonia di venerdi: fare sì che possa incrementarsi il numero delle visite, dei giovani come dei più piccoli soprattutto, a questo antico e ritrovato luogo sacro, culla delle tradizioni misterbianchesi, grazie a studi e ricerche nelle Scuole della Città, in modo che le menti dei ragazzi, divenuti adulti, possano fare loro la frase di chiusura della didascalia del brano Campanarazzu da parte del suo autore: …Un devoto misterbianchese, vissuto nella sua gioventù felicemente fra questi cari luoghi.

E per finire, come la Fondazione ha assunto il compito di curare e valorizzare sia il già prestigioso Museo di Arte Sacra sia altri monumenti e istituzioni culturali di Misterbianco (vedi Le Terme Romane, il Museo di vita contadina, ecc.), anch’io mi riprometto di allungare musicalmente il Progetto: Illustriamo Misterbianco con la musica sinfonica a programma, giunto ad oggi alle quattro composizioni per orchestra sinfonica e arpa o pianoforte: Campanarazzu, Stabilimento Monaco, Santa Maria delle Grazie, Palazzo Menna Condorelli a. 1700, con altre due composizioni come le precedenti, ispirate probabilmente ai Monti Sieli e alle Terme Romane.

Mi ci riporta di nuovo il cuore: nei primi, piccolo insieme ad altri piccoli compagni, scendevamo fra balze e pendii verso i laghetti, alla ricerca delle canne con le punte a mò di fiori vellutati; nelle seconde, ragazzo con tanti altri ragazzi, ci addentravamo alla ricerca di chissà quali tesori o misteri nascosti e, più avanti nel tempo, riponevamo i nostri abiti quando cominciammo a giocare a calcio nel campetto che avevamo creato nelle loro vicinanze! Benedetta gioventù… Quanto agli opuscoli su questo Progetto, con testi e CD delle quattro composizioni, distribuiti gratuitamente venerdi sera nel Teatro Comunale durante la cerimonia della Fondazione e alla fine esauriti, comunico che nei prossimi giorni farò arrivare un altro numero di copie, sempre gratuite, al Prof. Angelo Zuccarello.

Vito Arena

tags: 

Commenti

Davvero un bell'evento per

Davvero un bell'evento per Misterbianco e per quanti sono legati alla nostra comunità. Una tappa importante di un percorso di promozione, crescita e valorizzazione; una prima parte di una scommessa vinta e di un sogno che si realizza. Sulla costituzione della Fondazione abbiamo realizzato un'intervista sia audio che video con il parroco Giovanni Condorelli. L'intervista audio andrà in onda mercoledì 11 pomeriggio su Radio Base Misterbianco (frequenza 103.4 mhz) nella trasmissione "Che avventura la vita" delle ore 18, ascoltabile anche in diretta streaming sul web sul sito www.radiobase.it. Mi sono permesso di mettere come sottofondo all'intervista audio proprio le musiche di Vito Arena, cui faccio i miei complimenti. Assieme si può fare davvero tanto per Misterbianco!

Roberto Fatuzzo

Pagine