Coronavirus, a Misterbianco sequestrate 10 mila mascherina irregolari

Versione stampabileVersione stampabile

Sequestro finanza - MisterbiancoI controlli della Gdf in un grosso esercizio commerciale gestito da un cittadino cinese.
I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Catania hanno sottoposto a sequestro 10.000 mascherine di protezione individuale (D.P.I.) non sicure, rinvenute in un esercizio commerciale di Misterbianco gestito da un cittadino cinese.

In particolare, i militari della Compagnia di Catania, recatisi nell’esercizio commerciale, che fa vendita al dettaglio ed all’ingrosso, hanno rinvenuto le mascherine che non riportavano le indicazioni previste dalla normativa sulla sicurezza dei prodotti, ovvero sulle confezioni non erano specificate la composizione delle stesse, elemento fondamentale per evitare potenziali rischi sanitari al consumatore finale.

Per tale ragione, i militari hanno proceduto al sequestro amministrativo della merce ed hanno segnalato il titolare dell’attività commerciale alla Camera di Commercio per le sanzioni pecuniarie, che possono arrivar ad un massimo di 200 mila euro.

lasicilia.it
15/03/2020

tags: