Un'altra considerazione di Vito Arena, davvero l'ultima

Versione stampabileVersione stampabile

Vito Arena - MisterbiancoQuasi tutti i Misterbianchesi conoscono da anni il mio Progetto musicale Misterbianco, composto da sette composizioni di Musica a programma per Orchestra Sinfonica, arpa e pianoforte, ispirate ai luoghi più belli, importanti e suggestivi della nostra Città, della quale ripercorrono in pratica tutta la storia; sono state da me dedicate e donate a Misterbianco, nelle mani del suo Sindaco.

I Titoli sono:
1 – CAMPANARAZZU
2 – STABILIMENTO MONACO
3 – SANTA MARIA DELLE GRAZIE
4 – PALAZZO MENNA CONDORELLI anno 1700
5 – LE TERME ROMANE di Misterbianco
6 – DAVANTI A SAN ROCCO
7 – I MONTI SIELI.

Da alcuni anni tutte queste composizioni sono divenute dei videomusicali, con le loro musiche come colonna sonora delle immagini relative, una prima serie creata magistralmente dall’amico Angelo Zuccarello, altri da me stesso: sono in visione da molto tempo, sia su Youtube sia su Fb, in ogni continente, apprezzate e ammirate, musiche e immagini, da quanti le hanno viste e ascoltate, migliaia… Lo dico solo per gioia e soddisfazione, senza alcun ombra di immodestia, lo sa bene chi mi conosce.

Il mio pensiero e la mia iniziativa sono nati solo come omaggio musicale di profondo affetto per la mia Città natale e rivolte unicamente a far conoscere quanto più possibile e in un quadro positivo Misterbianco, come appunto dice il titolo del Progetto: “Illustriamo Misterbianco con la Musica sinfonica a programma”. “Illustriamo” nell’intrinseco significato del termine, cioè dare lustro a Misterbianco agli occhi di tutti coloro che Misterbianchesi non sono. Bene, fatta questa premessa, che fra l’altro è nota già ai miei concittadini, accenno adesso a cosa è stato finora di queste musiche. Nel concreto del nostro ambito territoriale: niente, nessuna iniziativa pubblica! Una breve storia:
Nel mio concerto in Chiesa Madre del 2013, per la Festa di S. Antonio, fra le altre mie composizioni eseguite, corali e cameristiche, vennero fatte ascoltare, registrate e proiettate su uno schermo, tre dei 7 brani del Progetto: Campanarazzu, Le Terme romane di Misterbianco e I Monti Sieli. Tutto andò bene, piacquero e ne fui felice. In seguito, ho potuto tenere altri concerti al Mandela con la collaborazione del Comune, Assessori alla Cultura Giuseppe Condorelli e Federico Lupo, ma, ovviamente, grazie alla gratuita e generosa partecipazione di tanti Cori e magnifici maestri strumentisti: 2014 (Sicilianità in Musica, corale-cameristica-il Balletto della Scuola Passoadue di Misterbianco) – 2015(concerto di beneficenza per i Bambini di Lega Ibiscus Onlus di Catania, con ben 10 Cori da tutta la Sicilia) – 2016 (concerto corale e cameristico). Tutto sempre per omaggio alla mia Città con le mie musiche. Ma il mio vero sogno restava irrealizzato: le mie composizioni per Misterbianco eseguite da una vera Orchestra sinfonica, arpa e pianoforte, in un solenne concerto presso il magnifico Auditorium Mandela…! Magari, arricchito e completato da interventi e iniziative adatte all’evento musicale di quella serata…

Niente di tutto questo…, anzi sì, tante belle iniziative in questi anni per Misterbianco, ma tutte estranee, di altra natura, ideate e realizzate da tante diverse origini, al posto sempre del mio Progetto, del mio possibile concerto.. Pure, io mi ero mosso abbastanza; come?...
La richiesta e l’accordo con l’Assessore che il concerto si sarebbe fatto, con una spesa molto modesta per l’orchestra, con un contorno di interventi ad arricchire la celebrazione della storia di Misterbianco legati alle sette composizioni durante le esecuzioni; tutto d’accordo, data per il 22 aprile, domenica, 2016. Tante persone ricevettero il mio invito, compresi operatori commerciali di Misterbianco ai quali avevo inviato un CD con le musiche e un opuscoletto relativo nel caso in cui avessero voluto sostenere la realizzazione dell’evento con piccoli liberi contributi come sponsor. Non ci fu nessun contatto, e poi, all’ultimo momento, mi fu comunicato che era tardi come data, troppo vicine le elezioni; era meglio rimandare tutto con la nuova giunta eletta. Tutto cancellato, dunque, per allora.

In seguito, dopo le elezioni, ho provato a contattare il nuovo assessore, accennando nella comunicazione la mia iniziativa. Speravo in una risposta per un contatto al Comune di Misterbianco per la nuova richiesta… Diciamo che sto ancora aspettando un contatto… Al mio Paese, che evidentemente non è più Misterbianco, ma probabilmente dopo 51 anni lo è diventata Augusta!, due più due fa quattro… facile dedurre le conclusioni. Pure, Nino Di Guardo, proprio dal palcoscenico del Mandela, durante uno dei miei concerti cui stava assistendo, disse: Vito Arena è uno dei concittadini di cui Misterbianco può andare fiera… Ora, però, mi viene da pensare che l’abbia detto per rispetto a quel lungo periodo della nostra prima gioventù che abbiamo trascorso insieme, a giocare nelle nostre case e nelle stesse classi delle Elementari! Oltre a questa amara e deludente rinuncia del mio concerto, voglio ricordare, l’ho fatto presente altre volte pubblicamente, che la musica di “Campanarazzu”, la mia composizione scritta quando ancora non era stata riportata alla luce del tutto la Chiesa, per cantare la solitudine del Luogo, la sua dolcezza, la mia gioventù con le tante visite in pantaloncini corti a quel luogo sacro per noi Misterbianchesi durante la festa di settembre, ebbene, non è mai, dico mai, stata fatta risuonare attraverso un semplice CD entro le sue attuali mura, durante una qualsiasi delle decine di celebrazioni fatte sul Luogo in questi ultimi anni! Tutto è stato adatto a Campanarazzu tranne la musica di Vito Arena scritta solo per Esso!... Tuttavia, conservo con gioia e soddisfazione, la lettera ufficiale del Comune che, ricevendo in dono-omaggio la composizione, la apprezzò e volle ufficialmente ringraziare quel cittadino per il suo gesto verso la sua Comunità. Quell’altro Sindaco, meglio dire altra Sindaco, è stata Ninella Caruso, tanto a me cara quanto Nino, perché eravamo nella nostra gioventù e siamo ancora oggi come fratelli, cresciuti insieme. Io li voglio bene entrambi, allo stesso modo, e ciò mi viene facile farlo, perché nella mia vita non mi sono mai occupato di politica! In famiglia ci bastava che se ne occupasse “mio nonno”, Vito Longo.

Infine, veniamo ai nostri giorni, a questi ultimi. Che un concerto di Natale, o di altre occasioni, lo possa tenere la bella Orchestra di fiati che il M° Mirulla ha saputo creare, con la preziosa Scuola di Musica allestita dal Comune, mi sta a meraviglia, l’ammiro e ne sono fiero come misterbianchese e musicista. Ma, riportandomi alle mie considerazioni amare sopra esposte, che io debba leggere Concerto di lunedi 1 gennaio 2018 eseguito dall’Orchestra Sinfonica Etnea (orchestra completa nell’organico, anche di arpa, non di soli fiati) per suonare all’Auditorium Mandela di Misterbianco chissà quali musiche… Beh, per me è assolutamente deprimente e fonte di una terribile delusione! Solo per il mio Progetto Misterbianco c’erano per il Comune difficoltà finanziarie per una modesta spesa di orchestra sinfonica, di organizzazione, ecc., mentre nel frattempo tutte le altre iniziative per l’immagine di Misterbianco erano realizzate e sempre con l’aiuto del Comune… Beh! Può bastare!! Due più due fa appunto quattro: non appartengo più a Misterbianco, evidentemente sono di Augusta!!! E le mie sette composizioni per Misterbianco… vuol dire che da oggi appartengono… a tutto il mondo, a quanti di esso amano la Musica…
Ho quasi 74 anni, la mia salute non mi permette più dispiaceri e delusioni forti…

Vito Arena

tags: