Trova portafoglio e lo riconsegna

Versione stampabileVersione stampabile

Un macellaio disperato è stato «salvato» da un panettiere onesto che senza pensarci più di un secondo ha consegnato alla locale Tenenza dei carabinieri un portafoglio ritrovato a terra in strada, con dentro oltre tre milioni tra denaro contante e titoli già girati e pronti per l'incasso.

MISTERBIANCO - Un macellaio
disperato è stato «salvato» da un panettiere onesto che senza pensarci più
di un secondo ha consegnato alla locale Tenenza dei carabinieri un portafoglio
ritrovato a terra in strada, con dentro oltre tre milioni tra denaro contante e
titoli già girati e pronti per l'incasso.
Maurizio Condorelli, un macellaio di 40 anni, residente nel centro etneo, aveva
perso i suoi effetti personali, ma oltre ai documenti, dentro il portafoglio,
c'erano 1.650.000 in contanti e anche assegni già girati per 1.700.000. lire.
Per sua fortuna a trovare - in pieno centro storico - quel portafoglio gonfio di
denaro è stato Gaetano Greco, panettiere, anche lui di Misterbianco, che appena
si è reso conto del suo contenuto, l'ha messo gelosamente in tasca e si è
recato subito alla Tenenza dei carabinieri per consegnarlo.
I militari aperto il portafoglio, hanno trovato i documenti di riconoscimento e
così hanno potuto rintracciare il disperato macellaio, che quasi non credeva
alle parole del militare che lo invitata a recarsi in caserma per il ritiro di
quanto aveva sbadatamente perduto.
Alla riconsegna del portafoglio, il fortunato macellaio non si è limitato a
rientrare in possesso di quanto aveva perso, ma ha voluto incontrare la persona
che con tanta onestà aveva compiuto tale gesto. Purtroppo sempre più
inconsueto al giorno d'oggi.
Il carabiniere a questo punto ha richiamato il Greco, e così il macellaio ha
potuto ringraziare di persona il suo benefattore con il quale certamente rimarrà
obbligato dopo essere andati a prendere un caffé insieme. Un bel gesto, quindi,
che ha concluso felicemente le ore di disperazione passate dal macellaio dopo lo
smarrimento.

Carmelo Santonocito
la Sicilia martedì 02/10/2001

tags: