Teatro del Molo 2: vent'anni di onorata... formazione

Versione stampabileVersione stampabile

La struttura di Giacchino Palumbo, regista teatrale e televisivo, riprende nelle sale di via Oliveto Scammacca la consolidata attività formativa.

L’ormai ventennale attività
formativa del Centro Teatrale Molo 2, diretta da Gioacchino Palumbo, riprende la
sua consueta attività nelle sale di via Oliveto Scammacca 43. In realtà si
tratta di un ventaglio assai ampio di proposte - dal laboratorio di
sperimentazione teatrale, all’espressione corporea e fino alla comunicazione
– pensata e condotta da Gioacchino Palumbo che ha alle spalle (oltre alla
partecipazioni alle attività parateatrali di Grotowsky) una significativa
esperienza di regista teatrale e televisivo. Dal 1981 dirige il Centro Teatro
Molo 2 e alterna la formazione specificatamente teatrale all’insegnamento di
Storia dello Spettacolo presso l’Accademia di Belle Arti di Catania. Il
laboratori di quest’anno (ogni lunedì alle 20.00) si basa su alcune tecniche
drammatiche in vista dell’acquisizione di un metodo personale per la creazione
di un “personaggio” e per l’elaborazione delle azioni sceniche.
L’espressività drammatica, la presenza psicocorporea, la qualità dei
movimenti, la coscienza delle interrelazioni drammatiche costituiscono gli
obbiettivi del laboratorio la cui metodologia è basata sul lavoro e sulle
impostazioni di Grotowsky e di Stanislavskij. Il prossimo 14 ottobre prima
lezione). L’”Archedrama”, ovvero lo studio sull’espressione corporea
(che prenderà il via l’11 ottobre sempre alle 20.00) si fonda sulla
sperimentazione di gruppo e sull’apprendimento di tecniche di comunicazione
verbale e non applicate ai processi di crescita personale e ha come obiettivi,
tra gli altri, l’ascolto dell’altro e la conoscenza di sé. Anche per questa
stagione il Teatro del Molo 2 proporrà su alcuni autori particolareggiati studi
drammatici che negli anni precedenti hanno privilegiato Beckett, Pinter,
Shakespeare, Sofocle, Benni, Pirandello, Yorcenar, Rilke, Ritsos, Cervantes,
Ibsen, Camus, Euripide e Cecov. Per informazioni: 095/491542, lunedì, mercoledì
e venerdì h. 10-13.00.

tags: