Sel: "Il centro di compostaggio? Lo gestisca il Comune e non i privati"

Versione stampabileVersione stampabile

SEL Misterbianco“Il centro di compostaggio di Misterbianco? Meglio che lo gestisca il Comune e non i privati”. Ad affermarlo è la Federazione Provinciale Sinistra-Ecologia-Libertà di Catania che al Comune di Misterbianco chiede di costituire a tale scopo “un’Azienda Speciale, ex articolo 114 del Testo Unico degli Enti locali”.

Azione necessaria, secondo SEL, “per gestire il centro di compostaggio di contrada Cubba invece che affidarlo a gestioni private avide con gli esiti infausti di chi pur di arricchirsi unge burocrati, politici e cittadini affamati di lavoro e arresi al sistema clientelare”.

Il riferimento della Federazione catanese di Sel è all‘operazione della procura di Palermo denominata “Terra Mia”, nell’ambito della quale sono stati arrestati un funzionario regionale e quattro imprenditori del settore rifiuti.

Ma che cos’è l’impianto di compostaggio di Contrada Cubba, nel territorio del Comune di Misterbianco, e da chi sarà gestito? A tali domande è possibile rispondere consultando gli atti pubblicati sul sito del Comune.

Intanto è opportuno sottolineare che l’impianto di compostaggio si trova all’interno dell’area del depuratore consortile, struttura che è al centro di altre polemiche scoppiate il mese scorso.

È un impianto a biocontainer mobili, comprensivo di attrezzature a corredo per trasformare in terriccio (compost) e concime la frazione umida dei rifiuti solidi urbani e gli scarti di produzione agricola e industriale biodegradabili. L’impianto è stato realizzato in Contrada Cubba grazie ai finanziamenti concessi dall’Unione Europea all’interno della Programmazione dei Fondi Strutturali 2000-2006 con il Pic Urban II.

Il Comune di Misterbianco ne è venuto in possesso con delibera dell’amministratore unico della società partecipata comunale Etnambiente s.r.l. dell’8 novembre 2013. L’impianto è stato autorizzato con decreto n. 66/SRB, del 27 agosto 2007, del direttore del Settore Rifiuti e Bonifiche dell’Agenzia Regionale per i Rifiuti e le Acque.

Con una nota del 19 dicembre 2013, prot. n. 41/13, la Società di Regolamentazione Rifiuti (S.R.R) Catania Area Metropolitana ha delegato il Comune di Misterbianco ad affidare la gestione dell’impianto. Che è stata affidata, con la gara d’appalto dell’11 febbraio scorso, alla Sicula Trasporti. L’azienda gestisce anche la discarica catanese di Grotte S. Giorgio.

Ed ecco com’è fatto. L’impianto è modulabile e comprende un modulo di ossidazione accelerata (quattro container di ossidazione accelerata, un container biofiltro, un gruppo di ventilazione un sistema di umidificazione); un sistema di deodorizzazione delle arie esauste al servizio del capannone di recezione e miscelazione (un biofiltro, un sistema di ventilazione); un Sistema Q-Ring (rete di insufflazione a pettine, un gruppo di ventilazione); un sistema di input/output; una pesa a ponte senza opere di fondazione.

Al gestore dell’impianto, quale corrispettivo, spettano i proventi che derivano dal conferimento presso l’impianto di compostaggio della frazione umida prevista dal Piano di intervento per l’organizzazione del servizio di spazzamento, raccolta e trasporto dei rifiuti dell’A.R.O. (l’Ambito di raccolta ottimale) di Misterbianco. Tale frazione è stata calcolata in 1.700 tonnellate l’anno, alla tariffa convenuta di 80 euro a tonnellata come da gara.

Rosario Nastasi
catania.blogsicilia.it
21/07/2014

tags: 

Commenti

mi chiedo, qualcuno si è

mi chiedo, qualcuno si è accorto che da quando il servizio di pulizia delle strade, è passato di mano, non viene più svolto regolarmente.

Per regolarmente, si intenda: tutti i giorni, mentre al momento gli operatori addetti allo spazzamento delle piazze, si vedono circa, ogni 15 giorni.

E se si volesse sopperire a tale mancanza, tramite le macchine spazzatrici, bisognerebbe farle intervenire in orari adatti, non certamente alle 11.00 di mattino, quando chiaramente non possono lavorare a causa delle tantissime auto che poi vengono posteggiate in dette piazze.

Sperando in un riscontro da parte di chi di dovere, resto in attesa che qualcuno intervenga a proposito di tutto ciò.

un residente di Misterbianco, che vorrebbe vedere la sua cittadina pulita come lo era prima dell'avvento della nuova ditta incaricata.

grazie

Rosario Spessotto

Pagine