Richiesta di sospensione e rinvio senza penali delle scadenze per il pagamento della TARI 2020 per le utenze non domestiche

Versione stampabileVersione stampabile

Attiva MisterbiancoAlla Commissione Straordinaria
Nei giorni scorsi abbiamo appreso dagli organi di informazione della richiesta del gruppo politico “Guardiamo Avanti” di sospensione dei tributi locali in seguito alla grave crisi vissuta dalla nostra comunità e in particolare da alcune categorie produttive, per le conseguenze dell’epidemia nota come “Coronavirus”.

Per ragioni che sarebbe lungo qui spiegare, consideriamo quel gruppo politico lontano dalla nostra storia, dalle nostre ispirazioni, dal nostro percorso di coerenza. Questa considerazione non ci impedisce tuttavia di valutare l’opportunità di una proposta, a prescindere da chi la avanza, di giudicare nel merito, parlando del “ragionamento”, senza necessariamente attaccare il “ragionatore”.

Crediamo inoltre, che il momento grave che stiamo vivendo, richieda la massima collaborazione possibile tra cittadini, istituzioni, associazioni e movimenti politici, seppur con storie e prospettive differenti. Per queste semplici motivazioni, vogliamo rilanciare quella proposta, definendola meglio e adattandola alla situazione effettiva della città, in considerazione anche delle esigenze di bilancio, che un’amministrazione complessa, come quella di un comune di 50.000 abitanti deve necessariamente assecondare.

Quello che chiediamo è il rinvio senza penali, delle prime due rate di acconto della TARI 2020, per le utenze non domestiche. In questo modo si darebbe un segnale di attenzione e di sostegno alle tante realtà produttive presenti in città, che vivono un momento di fermo, e dunque di crisi, dovuta alle regole di contrasto al Coronavirus, senza emanare provvedimenti “erga omnes”, che potrebbero incidere in maniera determinante nel bilancio dell’ente. Nelle more inoltre, si potrebbe agevolmente rivedere il regolamento sulle tariffe, in modo da prevedere agevolazioni ulteriori per le categorie maggiormente danneggiate dalla crisi.

Si consideri inoltre che, la Determinazione del Responsabile di Settore dell’Ufficio Tributi, n. 9/2020 per garantire il necessario supporto, attraverso Simeto Ambiente S.p.a., agli uffici del comune nella gestione della TARI e segnatamente nell’emissione degli avvisi di pagamento della TARI, è stata approvata il 9 marzo 2020, e stante la situazione di emergenza legata all’epidemia che ha comportato la chiusura degli uffici comunali per diversi giorni, è probabile che gli avvisi di pagamento non siano ancora stati emessi, per cui il momento appare particolarmente opportuno anche per questo motivo.

In attesa di un vostro riscontro, rinnoviamo la nostra disponibilità a collaborare nell’interesse della comunità misterbianchese.
Misterbianco, 17 marzo 2020

Attiva Misterbianco

tags: