Revoca ampliamento Tiritì L’Ars approva mozione

Versione stampabileVersione stampabile

Delegazione all'ARSE’ stata approvata oggi pomeriggio all’Ars la mozione con la richiesta della revoca in autotutela dell’ampliamento della discarica di Tiritì a Motta Sant’Anastasia. Il documento impegna anche il governo regionale ad individuare un sito alternativo distante dai centri abitati.

La notizia è stata data in tempo reale dai rappresentanti dei comitati civici ‘No Discarica’ di Misterbianco e di Motta Sant’Anastasia, oggi in trasferta a Palermo (nella foto) per la discussione della mozione. Un post sul social network Facebook con su scritto “Approvata Mozione!”.

A Palermo, c’era anche il sindaco di Misterbianco Nino Di Guardo che raggiunto al telefono da BlogSicilia ha detto: “Siamo felici, la solidarietà dell’Ars ci incoraggia a proseguire nella lotta per un futuro e un ambiente più sano. E ci fa sperare che questa pagina si chiuderà al più presto. E’ una battaglia che portiamo avanti per il bene delle comunità di Misterbianco e di Motta”.

“Il voto favorevole dell’Ars alla mozione che prevede lo ‘stop’ all’ampliamento della discarica di contrada Tiritì, fra i comuni di Motta S. Anastasia e Misterbianco, è una vittoria dei siciliani e dei tanti cittadini e comitati che si battono per il diritto alla salute e ad una adeguata qualità della vita”. E’ il commento di Anthony Barbagallo, deputato regionale del Pd promotore della mozione approvata oggi dall’Ars, che impegna il governo della Regione e l’assessorato all’Energia a revocare le autorizzazioni per l’ampliamento della discarica del catanese, per 2,5 milioni di metri cubi.

“In pratica – dice Barbagallo – si voleva triplicare la discarica esistente. Ci siamo battuti per impedire la nascita di un eco-mostro incuneato fra due grossi centri abitati, già costretti per anni a convivere con il problema di una bomba ecologica a poche centinaia di metri dalle abitazioni”.

“Se oggi abbiamo raggiunto questo importante risultato – prosegue Barbagallo – il merito va ai tanti cittadini e ai comitati “No-discarica”, agli amministratori con in testa il sindaco di Misterbianco Nino Di Guardo e ai parlamentari che al di là degli steccati politici si sono impegnati in questa battaglia”.

“L’approvazione della mozione, però, è un punto di partenza: saremo vigili sull’operato del governo e sulle iniziative necessaria a dare seguito all’atto approvato. Al tempo stesso sarà indispensabile affrontare la ‘questione rifiuti’ nel catanese a 360 gradi, prevedendo nel Piano regionale dei Rifiuti l’individuazione di una discarica in un sito alternativo, distante dai centri abitati e adeguiate alle normative vigenti e alle esigenze particolari del nostro territorio”.

Firmatari del documento sono stati anche i deputati regionali Concetta Raia, Angela Foti, Mario Alloro, Fabrizio Ferrandelli e Marika Cirone.

Francesca Aglieri
catania.blogsicilia.it
29/05/2013

tags: