Misterbianco: per sfuggire all’arresto fa un volo di 6 metri dal muro della tangenziale

Versione stampabileVersione stampabile

arrestoSorvegliato speciale sorpreso con 30 kg di fili elettrici rubati: per raggiungerlo anche il poliziotto si butta giù.

CATANIA – La Polizia di Catania ha arrestato il pregiudicato Angelo Licciardello, 29 anni, per violazione della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di residenza, ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale. Denunciato L.G. per ricettazione.

Ieri mattina, durante un servizio di controllo del territorio, gli agenti del commissariato di Nesima, nei pressi della casa cantoniera che costeggia la strada ferrata della Fce nel comune di Misterbianco (Ct), hanno notato due persone che armeggiavano con un grosso sacco della spesa e una cassetta per la frutta.

I due erano sprovvisti dei documenti d’identità e non hanno fornito valide informazioni in merito al possesso di vari attrezzi da lavoro e di circa 30 kg di fili elettrici di diverso tipo.

Mentre gli agenti cercavano di individuare dove era avvenuto il furto, Licciardello è fuggito a piedi attraverso la strada ferrata in direzione Catania. L’inseguimento del fuggiasco, durato circa 20 minuti per le strade e le campagne circostanti ha creato pericolo alla circolazione nei pressi della tangenziale ovest in direzione Messina.

Nell’estremo tentativo di eludere l’arresto, Licciardello si è lanciato dal muro che delimita la tangenziale, alto circa 6 metri. L’agente che lo inseguiva si è lanciato anche lui dal muro riuscendo a bloccare il fuggiasco, trasportato in ospedale per la frattura del tallone del piede.

lasiciliaweb.it
23/03/2019

tags: