Misterbianco, interferenze sulle Amministrative. Corsaro: "Scongiurare voto controllato"

Versione stampabileVersione stampabile

Marco CorsaroMisterbianco, lanciata oggi dai consiglieri comunali la campagna #iononvotoconlafoto. Il candidato sindaco Marco Corsaro: «Scongiurare il voto controllato, si lasci il telefonino ai presidenti di seggio»

(Misterbianco, 7/6/2017) I consiglieri comunali di Misterbianco Salvatore Foti, Rossella Zanghì, Pippo Basile, Salvatore Adornetto ed il candidato sindaco Marco Corsaro hanno oggi lanciato la campagna di sensibilizzazione #iononvotoconlafoto. «Bisogna scongiurare l'eventualità che si verifichino episodi di voto controllato - ha detto Corsaro - crediamo sia necessario difendere la possibilità di libera espressione del voto che spetta ai cittadini chiamati domenica prossima alle urne».

Per questo la coalizione per la Città del Domani guidata da Marco Corsaro, di concerto con le forze dell'ordine, ha invitato in conferenza stampa gli elettori a lasciare in consegna i propri cellulari al presidente di seggio per il tempo necessario a votare la scheda. «Non si possono barattare diritti per favori, chiediamo agli elettori di far sì che il proprio voto sia rispettato ed invitiamo gli addetti alle operazioni di voto a mostrarsi sensibili su tale questione».

Dai consiglieri di Misterbianco è stata richiamato l'art. 48 della Costituzione ove stabilisce che "Il voto è personale ed eguale, libero e segreto" ed il dettato normativo della legge 96/2008: "È vietato introdurre all'interno delle cabine elettorali telefoni cellulari o altre apparecchiature in grado di fotografare o registrare immagini; il presidente dell'ufficio elettorale di sezione, all'atto della presentazione del documento di identificazione e della tessera elettorale da parte dell'elettore, invita l'elettore stesso a depositare le apparecchiature indicate; chiunque contravviene al divieto (..) è punito con l'arresto da tre a sei mesi e con l'ammenda da 300 a 1000 euro".

Comitato elettorale Marco Corsaro

tags: