L’evidenza? La terra è piatta!

Versione stampabileVersione stampabile

Frazioni in movimento
Forse sarà questa la prossima mozione che il PDL presenterà al Senato e in tutte le sedi Istituzionali a ciò deputate con la seguente notizia, che è vera nel nome del superiore interesse nazionale: La terra è piatta!
Renatus Cartesius (1596 - 1650 in italiano Cartesio) ritenuto da molti fondatore della filosofia moderna e padre della matematica moderna, è considerato uno dei più grandi e influenti pensatori nella storia dell'umanità. Con il suo pensiero estese la concezione razionalistica e matematizzante della conoscenza. Cartesio ritiene che criterio basilare della verità sia l'evidenza, ciò che appare semplicemente e indiscutibilmente certo. Negare l'evidenza, in tutti i contesti sociali e politici è diventato il nuovo "verbo" del PDL. Normalmente, non dovrebbe essere necessario smentire una frase palesemente sciocca, ma viviamo in un Paese dove è sufficiente ripetere un congruo numero di volte un concetto nelle sedi opportune, per farlo diventare verbo intoccabile.

Sono migliaia i contesti in cui questo avviene è sono avvenuti. Oramai, queste vicende, sfuggono al controllo dei più quotati archivisti del costume italico, dagli innumerevoli casi giudiziari del suo presidente fino ad arrivare alla negazione dell'esistenza della verità. Negare, negare, negare sempre! Anche di fronte all'evidenza. Esiste una sola verità. Quella del loro duce! Trasformando il Paese in cinismo di stato, un posto in cui si vive bene solo se si è già morti dentro. *Un Paese senza coscienza di sé. L'italiano non parla, non sente, non vede e odia l'informazione. Per informarsi e trarne le conseguenze dovrebbe mettere in discussione tutto, a partire da sé stesso e dal suo contributo alla vita sociale. Non vuole sapere, perché sapere è pericoloso (*Beppe Grillo). Meglio seguire le direttive del PDL: negare tutte le evidenze è il metodo migliore per semplificare il travaglio della propria coscienza e conoscenza. Proprio come il sistema tolemaico (Claudio Tolomeo) che è un modello astronomico che pone la Terra al centro dell'Universo, mentre tutti gli altri corpi celesti ruoterebbero attorno ad essa. Niccolò Copernico (1473- 1543) Ribalta questo concetto con la sua teoria - che propone il Sole al centro del sistema di orbite dei pianeti componenti il sistema solare. Merito suo non è dunque l'idea, già espressa dai greci, ma la sua rigorosa dimostrazione tramite procedimenti di carattere matematico. Siamo ancora alla dimostrazione della verità espressa per prova. Silvio Berlusconi, invece, è come Tolomeo, dice cose che non può dimostrare ed allora mente. Per ora il reato di clandestinità riguarda le persone. Ma se domani diventassero clandestine la libertà di comunicare e di informare? Cari lettori, non avvilitevi, la Terra non sarà mai piatta!

tags: