Il Pd esce allo scoperto e critica le «larghe intese»

Versione stampabileVersione stampabile

Partito Democratico MisterbiancoA qualche settimana di distanza dalla svolta delle "larghe intese" nella maggioranza e in Giunta comunale, il direttivo del circolo del Pd di Misterbianco in un manifesto pubblico riassume ufficialmente la propria posizione sulla situazione politico-amministrativa della città, dichiarandosi «forza leale, trasparente e combattiva».

Ricordando che anche a Misterbianco la sinistra ha una grande storia che non può essere denigrata con mancata limpidezza», e che «occorre riqualificare e rendere trasparente la politica e opporsi al trasformismo», il circolo comunale del Pd - partito al quale appartiene anche il sindaco - dichiara la propria «opposizione al metodo con cui è nata la nuova Amministrazione cittadina, che passa - si afferma nel manifesto - dalla storica contrapposizione agli accordi di governo, ribaltando totalmente quanto gridato in una vita di lotte e stravolgendo il mandato dei cittadini».

Premesso che «una grave crisi morale, economica e politica attraversa l'Italia e la Sicilia, ed il Pd non ne è indenne», il direttivo dei democratici misterbianchesiprecisa: «Noi non usciamo dal Pd in questo momento di crisi dilagante, perché non vogliamo regalare ad opportunisti la grande storia della sinistra del nostro paese, e siamo certi che ci siano dentro il partito grandi energie di generosità e rigenerazione». manifesto

Roberto Fatuzzo
La Sicilia
23/12/2014

tags: 

Commenti

Uno, nessuno e centomila...

Uno, nessuno e centomila... non si può ragionare in questo modo. La gente è confusa ed è anche arrabbiata. Si devono prendere delle decisioni drastiche, non si può far finta di nulla... o si esce dalla comunità oppure si prendano dei provvedimenti disciplinari contro coloro i quali creano confusione. Non è bello stare al sole ed aspettare... e poi... aspettare che cosa? A questo punto... uno, cento, mille ragazzi 5S che creano casino per dimostrare che non tutti siamo fessi. E quelli che vanno via? Vadano pure a va...lo!

Enzo Messina

Pagine