Gravissima insufficienza dell'organico della Polizia Locale di Misterbianco. SECONDA SEGNALAZIONE

Versione stampabileVersione stampabile

Polizia MunicipaleQuesta è la seconda volta, nel giro di pochi mesi, che il sottoscritto scrive a tutte le autorità in indirizzo, ad eccezione del Comando del VV.F., dell’A.S.P. e del Presidente del Consiglio di Misterbianco, nonché degli organi di stampa, per lamentare la quasi totale paralisi delle attività della Polizia Locale di Misterbianco dovuta alla insufficienza del personale preposto ridotto oramai a pochissime unità.
Riporto qui di seguito il testo della prima missiva datata 28 maggio 2019.

La Polizia Locale del Comune di Misterbianco (CT) è stata interessata, negli ultimi anni, da un continuo ed inesorabile ridimensionamento dell’organico dovuto al collocamento in pensione, alla mobilità interna ed esterna e ai decessi. Ridimensionamento che non è stato “colmato” neanche in parte da nuove assunzioni.
Ad oggi, la Polizia Locale del Comune di Misterbianco, è composta da 26 (ventisei) unità delle quali 3 (tre) impossibilitati a svolgere servizi in esterno per gravi motivi di salute a fronte di una popolazione in continuo e crescente aumento che ha superato oramai le cinquantamila unità.
Il personale in organico, per la sopra lamentata carenza numerica, non sempre riesce a garantire al meglio la copertura dei molteplici servizi e compiti di istituto che competono alla Polizia Locale, nonostante la grande professionalità e l'ottima organizzazione.

La carenza di agenti ammonta ad almeno 40 (quaranta) unità e, considerata la densità di popolazione in continuo aumento, i numerosi pensionamenti previsti per l’anzianità di servizio o di età (la quasi totalità è composta da ultrasessantenni), nel prossimo futuro il quadro tenderà a peggiorare arrivando a dimensioni incontrollabili che non consentiranno più di espletare in tutto o in parte i servizi demandati con gravissimo nocumento per la collettività.
Il Corpo di Polizia Locale è investito, per legge, di numerosi e fondamentali compiti a tutela del benessere complessivo dei cittadini, della legalità, dell’ordinata attività edificatoria, dell'ambiente, della salute, del sociale e che la cittadinanza richiede sempre più la presenza e la vicinanza degli operatori di Polizia Locale per far fronte a problematiche quali la disgregazione sociale, la sicurezza, la prevenzione di possibili comportamenti e atti violenti che purtroppo si verificheranno sempre e probabilmente con cadenza maggiore.

Se poi si considera che il Comune di Misterbianco ha un territorio ove insistono, oltre al centro cittadino, ben sei frazioni densamente popolate e con numerosi plessi scolastici; un centro commerciale-artigianale di notevoli dimensioni e tre mercati settimanali che si svolgono su aree diverse, si comprende ancora di più come il personale attualmente in servizio non può più assolutamente adempiere, sempre e con puntualità, tutti i molteplici compiti cui è obbligato dalle leggi, dai regolamenti e dalle ordinanze vigenti.
Non solo ma si trova nella impossibilità di effettuare il servizio giornaliero notturno essendo il personale disponibile suddiviso, necessariamente, in due soli turni diurni di sei ore ciascuno, lasciando, pertanto totalmente incontrollato il territorio di pertinenza per molte ore.
Un altro aspetto poi concerne lo svolgimento di manifestazioni sportive, culturali e religiose ove spesso è necessaria la presenza, per assicurare l’ordinata viabilità e garantire lo svolgimento di dette manifestazioni nella massima sicurezza, di un numero a volte considerevole di operatori di Polizia Locale che questo Corpo non dispone.
Già nel 2018 in occasione del transito della Carovana del Giro D’Italia questo Ufficio ha espresso parere negativo al primo percorso proposto proprio per la insufficienza del personale disponibile, “costringendo” gli organizzatori a modificare in extremis il tracciato che interessava il territorio del Comune di Misterbianco. (Omissis).

Nei prossimi mesi altre quattro unità andranno in pensione per raggiunti limiti di età o per la richiesta di pensionamento anticipato.
Pertanto, a parere dello scrivente, appare necessario ed assolutamente improcrastinabile procedere alla assunzione di un congruo numero di operatori di Polizia Locale per scongiurare in un futuro oramai prossimo la “paralisi” delle attività della Polizia, attualmente notevolmente ridotte, col rischio concreto di giungere, nostro malgrado, all’interruzione di pubblico servizio.
Situazione questa che già ha esposto questo Corpo a numerose rimostranze e proteste dei cittadini e a volte anche di qualcuna delle Autorità a cui questa lettera è indirizzata. Distinti saluti.

Il Comandante
Dott. Mario Antonio Vazzano

tags: