Calcetto, C5 Misterbianco: una finale fortissimamente voluta.

Versione stampabileVersione stampabile

Una Coppa con tanti progetti. Alla fine di una partita entusiasmannte si aprono le porte della finalissima di Coppa Trinacria per la C5 Misterbianco.E la dirigenza non sta a guardare. Un futuro con tante idee.Che parlano e calciano...brasiliano.

Calcetto. Coppa Trinacria: C5 MISTERBIANCO-BRONTE STUDIO CLUB: 10-6.
MISTERBIANCO: Rosaeli, La Rosa, Monreale I., Mastroeni, Sapienza, Nicotra, Messina E., Cucinotta, Mirabella, Laudani, Privitera, Monreale G., Arcidiacono, Failla, Gambino.
BRONTE STUDIO CLUB: Spampinato, Fiammingo, Ambra, Lepiscopo, Bassi, Villaggio, Pulvirenti,
ARBITRI: Leonardi e Lanzafame di Acireale.
RETI. C5: Laudani, Cucinotta, Monreale, Nicotra (3), Mastroeni (3), Messina. Ospiti: Gambino, Pulvirenti, Ambra (4).Prova di forza. E di gioco. La migliore prestazione dell’anno del della C5 Misterbianco regala al quintetto del presidente Pellegrino (leader indiscusso della serie D) l’accesso alla finale di Coppa Trinacria. Rovesciando lo sfavorevole risultato d’andata (2 a 5) e opposta ad un Bronte che ha sfoggiato sul piccolo rettangolo parecchi uomini della prima squadra di calcio, la C5 ha disputato la partita perfetta, rintuzzando ogni velleità avversaria e in un crescendo, irresistibile finale allungando definitivamente in suo favore il risultato. Gara maiuscola di Umberto Mastroeni, strepitosa realizzazione di Gambino - che ha sorpreso di tacco l’estremo ospite -; eccellente soprattutto il match di Mario Nicotra (certo il migliore in campo) che ha suggellato una prestazione coi fiocchi con tre potentissimi piazzati consecutivi. Nella finalissima i ragazzi di Franco Messina affronteranno il Real Torino. La vittoria in coppa rasserena un ambiente preoccupato dalla possibile chiusura del Palatenda alle attività sportive. La dirigenza si appresta invece a fare incetta di rinforzi e non solo. E’ infatti accreditata la notizia, ed insistenti voci vicine all’ambiente sembrerebbero confermarla, della possibile acquisizione di un titolo di serie “B” che proietterebbe la C5 nel firmamento nazionale del calcetto. Il presidente Pellegrino ha solo confermato “che la dirigenza della C5 intende immediatamente potenziare l’organico e allargare ulteriormente le prospettive della società: non è ancora possibile fare previsioni precise e per ora non azzardiamo nessuna comunicazione ufficiale”. Il colpaccio che preparerebbe la compagine misterbianchese riguarda due giocatori brasiliani (capocannonieri per ben tre campionati consecutivi) e per la cui acquisizione alcuni dirigenti, Mastroeni e Belfiore, con ogni probabilità, dovrebbero incontrare a Rio de Janeiro i rispettivi procuratori a fine febbraio. I due atleti, d’altro canto, si sono dimostrati assai disponibili ad un trasferimento in terra sicula (il più giovane di loro vanta addirittura lontane origini misterbianchesi) così come la loro società d’appartenenza la “Real Janeirsina” non ha posto ostacoli di sorta alla loro partenza. Sui costi dell’intera operazione e sul possibile coinvolgimento di sponsor locali vige tuttora la massima riservatezza.
GiCo

tags: 

Commenti

Re: Calcetto, C5 Misterbianco: una finale fortissimamente voluta

La dirigenza della A.S. C5 MISTERBIANCO con la presente vuole puntualizzare solo una cosa :

Nessun dissidio col calciatore MARIO NICOTRA ne con la dirigenza ne con l'allenatore .Mario e' un nostro punto di forza importantissimo ,peccato che i suoi problemi di lavoro non gli permettono di essere sempre presente agli allenamenti.Volevamo ringraziare Misterbianco.com per l'attenzione dimostrata nei nostri confronti,come ringraziamo GI.CO per il tempo che ci dedica.

Pagine