Atletica: a Misterbianco i big del fondo mondiale

Versione stampabileVersione stampabile


Il Trofeo «Maria Ss degli Ammalati», anche quest'anno rappresenterà un evento prestigioso ed importante con un ritorno d'immagine per la città di Misterbianco e sarà preceduto anche quest'anno dal Premio «Sportsmen» che verrà assegnato la sera del 21 prossimo nel corso della serata che avrà come teatro la splendida piazza Mazzini di Misterbianco

L'appuntamento con la grande atletica è per il 22 prossimo a
Misterbianco, con l'edizione numero 16 del Trofeo podistico internazionale
«Maria Ss degli Ammalati» che richiamerà come sempre il pubblico delle grandi
occasioni grazie ad una starting list che anche quest'anno si prepara a regalare
grandi emozioni.
La manifestazione nata nel 1977 grazie alla volontà di un
gruppo di appassionati organizzatori, aveva subito uno stop, fino alla ripresa
nel 1996, che ha fatto entrare il trofeo «Maria Ss degli Ammalati» nel novero
delle più importanti classiche del calendario del podismo italiano grazie ai
successi dei keniani Moses 8'96), Bett ('97), Jonah Koech ('98), Kipruto ('99) e
di Benson Barus lo scorso anno. Proprio l'ultimo vincitore, si presenta
quest'anno come atleta da battere, con il nuovo «re di Sicilia», dominatore di
ben due edizioni del Giro podistico di Castelbuono che punta al bis, ma avrà il
suo bel da fare visto che la concorrenza quest'anno si presenta agguerrita.

Gli organizzatori dell'Associazione Atletica Misterbianco con in testa Santo
Spina e Santo Baudo, dopo aver presentato l'evento in occasione degli Assoluti
del 7 e 8 luglio a Catania e agli Europei Juniores di Grosseto, stanno
continuando a mantenere contatti con i migliori atleti stranieri e azzurri.

«Domenica correrò la mezza maratona tricolore di Arezzo - spiega Stefano
Baldini, bronzo ai Mondiali di maratona a Edmonton - e quindi non so se riuscirò
a recuperare in tempo per essere al via della gara di Misterbianco, una prova
affascinante alla quale ho assistito da spettatore e allora non voglio certo
venire per fare la comparsa. Col mio tecnico deciderò se correre in Sicilia a
Misterbianco o a Scicli».
Il quadro degli atleti azzurri, al di là della
presenza o meno di Baldini, dovrebbe garantire il meglio che si potrebbe avere
in questo momento in circolazione e stessa cosa vale per i fondisti stranieri,
ma solo nelle prossime ore si avrà un quadro preciso dei partenti.
«Il
Trofeo «Maria Ss degli Ammalati» - ci spiega Santo Spina - è entrata nel cuore
dei misterbianchesi e di tutti gli amatori delle corse su strada. Ogni edizione
continua a dare spettacolo alle migliaia di appassionati e anche per l'edizione
numero 16 ci stiamo prodigando per regalare una grande giornata di sport.
Speriamo che anche quest'anno il Trofeo «Maria Ss degli Ammalati», entrato nel
cuore dei misterbianchesi e di tutti i siciliani, continui a regalare spettacolo
alle migliaia di appassionati che come sempre assisteranno alla gara».

IL PREMIO SPORTSMEN - Anche quest'anno numerosi gli
appuntamenti collaterali al trofeo «Maria Ss degli Ammalati», come tiene a
sottolineare Santo Baudo: «Il Trofeo «Maria Ss degli Ammalati», anche quest'anno
rappresenterà un evento prestigioso ed importante con un ritorno d'immagine per
la città di Misterbianco e sarà preceduto anche quest'anno dal Premio
«Sportsmen» che verrà assegnato la sera del 21 prossimo nel corso della serata
che avrà come teatro la splendida piazza Mazzini di Misterbianco».

IL PRIMO TROFEO GIOVANILE - Infine, una succosa novità
coinvolgerà i giovani talenti del fondo. «Quest'anno la podistica internazionale
- ci spiega Santo Spina - sarà preceduta da due corse a livello provinciale,
riservate ai più giovani. Ragazzi e ragazze compieranno un giro del percorso di
1100 metri, mentre cadetti e cadette ne effettueranno due. E' prevista la
partecipazione di un centinaio di giovanissimi atleti che si contenderanno per
la prima volta il trofeo podistico «Maria Ss degli Ammalati», riservato alle
categorie ragazzi e cadetti».

Lorenzo Magrì
La Sicilia giovedì 13/09/2001

tags: