Riflessione sul corpo: il coreografo Roberto Zappalà con OB/SOL.um

Versione stampabileVersione stampabile

Roberto Zappalà ritorna sulle scene con Ob/SOL.UM. una performance incentrata sul corpo mutilato. Da un libro di Enzo Aprea. A Scenario Pubblico da oggi e fino a domenica.

La danza e Scenario Pubblico. La danza
è Scenario Pubblico, il nuovo
spazio di via Teatro Massimo, sede ufficiale della Compagnia Danza guidata da
Roberto Zappalà. Nel grande spazio performativo l’ensamble presenta da oggi
(alle 21.00) e fino a domenica (alle 18.30)
una
coproduzione Compagnia Zappalà Danza – Reggio Emilia Danza-Scenario Pubblico.
Si tratta di “
OB/SOL.um
(“insolenza d’esistere”), un soggetto
dello stesso Roberto Zappalà e di Giuseppe Parito. E’una
solo-performance (con la collaborazione di Linda Magnifico) - al
cui centro è il corpo mutilato - con la regia e le coreografie di Roberto
Zappalà. OB/SOL.um è ispirato ad un libro/conversazione dello scomparso
scrittore e giornalista Enzo Aprea, colpito dal rarissimo “morbo di Buerger”
e perciò costretto su una sedia a rotelle in seguito all’amputazione di gambe
e braccia; ma lo spettacolo vuole essere anche una riflessione in movimento
sulla stessa danza. Assieme al coreografo Zappalà s
egnaliamo
il coinvolgimento dei ragazzi dell’Associazione GIAMPI di Catania, che sono i
protagonisti nel finale del video
che funge da scenografia e cornice
narrativa dell’intera performance
. Le musiche sono di Steve
Reich (remixed), Gianluigi Trovesi, Nello Toscano, Junkie XL, Aphex Twin, la
sceneggiatura ed il layout video-grafico di Giuseppe Parito, i testi di Raffaele
Marmo. Luci di Marco Policastro, suono Gaetano Leonardi, l’operatore steadycam
Massimo Amato. Lo spettacolo che qui a Catania si presenta in
bold">anteprima, esordirà la prima assoluta il 15 e il 16 giugno prossimi sui
legni del Teatro Cavallerizza di Reggio Emilia.

GiCo bold">

tags: