Rifiuti, situazione sbloccata

Versione stampabileVersione stampabile

Comune di Misterbiancoda lasicilia.it
E' iniziata, anche se a rilento, la raccolta dei rifiuti solidi urbani che si erano accumulati nelle strade di Misterbianco a seguito della chiusura della discarica in contrada Tiritì e del mancato pagamento degli stipendi. Ieri proprio a causa dell'azione di pulizia che andava a rilento, l'amministrazione comunale ha convocato il direttore tecnico della Simeto Ambiente, che gestisce il servizio di raccolta, per contestare la lentezza con cui gli operatori provvedevano all'azione di ritiro della spazzatura accumulatasi agli angoli delle strade. Anche se non accertato, il collegamento tra il mancato pagamento degli stipendi e il lavoro a rilento degli operatori è balzato agli occhi di tutti tanto che il sindaco Ninella Caruso ha sollecitato la Simeto Ambiente affinché il servizio di raccolta andasse avanti.

Probabilmente la causa è la mancata anticipazione del Comune per pagare gli stipendi. Ieri sera la situazione sembra essersi sbloccata con una missiva del sindaco che impegnava il Comune a pagare entro la prima decade di gennaio 347 mila euro della prima rata.
Contemporaneamente è partita, anche nelle ore serali la raccolta dei rifiuti che continuerà anche nei prossimi giorni tanto da prevedere che entro venerdì il servizio di raccolta dovrebbe ritornare alla normalità. La presa di posizione del Comune era dettata dal fatto che negli anni precedenti dalle casse del Comune erano usciti oltre otto milioni di euro a titolo di anticipazione, somme che in proporzione altri Comuni non avevano fatto fronte pur continuando ad usufruire del servizio di raccolta. Nell'incontro di ieri il Comune ha fatto valere contestando, ai fini della futura detrazione, i mancati servizi effettuati come la videosorveglianza e servizi parzialmente eseguiti rispetto a quanto previsto dal capitolato.

LEGGI TUTTO L'ARTICOLO

tags: